sabato, Ottobre 24, 2020
Home > Arte, Cultura e Spettacoli > Il film fantasy stasera in TV: “L’ULTIMO DEI TEMPLARI” mercoledì 11 dicembre 2019

Il film fantasy stasera in TV: “L’ULTIMO DEI TEMPLARI” mercoledì 11 dicembre 2019

film l'ultimo dei templari

Il film fantasy stasera in TV: “L’ULTIMO DEI TEMPLARI” mercoledì 11 dicembre 2019 alle 21:25 su ITALIA 1

Season of the Witch.jpg

L’ultimo dei Templari (Season of the Witch) è un film del 2011 diretto da Dominic Sena.

Un gruppo di soldati al seguito di un prete si reca con tre donne, condannate per stregoneria, a un ponte affinché siano giustiziate. Mentre il prete chiede loro di pentirsi e confessare i loro peccati, una delle tre (credendo di poter essere risparmiata) ammette di aver praticato la stregoneria, un’altra ammette di preparare unicamente rimedi erboristici, la terza maledice il prete. Le donne, una dopo l’altra, vengono impiccate e fatte calare nell’acqua, compresa la donna che ha confessato poiché il prete afferma che il perdono vale solo per la sua anima. Il prete chiede ai soldati di tirarle su affinché possa praticare i necessari rituali dal suo libro per evitare il ritorno in vita delle donne giustiziate ma questi, scettici, non gli danno ascolto, pertanto ritorna da solo di notte per svolgere i riti. La terza donna, inspiegabilmente tornata in vita con sinistre sembianze, dà fuoco al libro e impicca su quello stesso ponte il sacerdote.

Nella prima metà del XIV secolo due cavalieri, Behman (Cage) e Felson (Perlman), militano in Terrasanta durante le Crociate Smirniote. Dopo un lungo e pesante servizio i due crociati abbandonano i compagni a causa del rimorso per aver ucciso anche donne e innocenti per volontà della Chiesa.

Nel viaggio di rientro troveranno la propria terra devastata dalla peste. Giunti a una cittadella assediata dal morbo, i due crociati vengono riconosciuti e arrestati in quanto disertori; avendo pochi uomini a disposizione a causa dell’epidemia, viene però chiesto loro dal locale vescovo-conte di prendere in custodia una strega, ritenuta autrice della pestilenza, e di portarla in una remota abbazia dove i monaci possano processarla e giustiziarla per poter fermare l’epidemia.

Il prete Debelzaq, il cavaliere in lutto per la morte di tutta la sua famiglia Eckhardt, il truffatore itinerante Hagamar e il testardo giovane chierico Kay si uniscono ai due crociati nella missione, accompagnandoli in regioni selvagge e pericolose.

Durante il tragitto Eckhardt e Hagamar muoiono in circostanze particolari: il primo si uccide gettandosi sulla spada di Kay, in preda ad allucinazioni che gli mostravano sua figlia, mentre il secondo muore sbranato da lupi. Debelzaq accusa la prigioniera di avere impiegato la sua stregoneria per evitare di essere condotta all’abbazia e fuggire; Behmen, che inizialmente provava pena per la donna, comincia anch’egli a nutrire dei sospetti per le varie stranezze e per l’inspiegabile forza fisica della ragazza.

Giunti all’abbazia, i quattro scoprono che la peste ha raggiunto anche quel luogo e che tutti i monaci sono oramai morti. Debelzaq ritrova la Chiave di Salomone, antico libro che permette anche di fermare la presunta strega, e decide di compiere lui stesso il processo rituale per stregoneria, che dovrebbe annullare il poteri della strega. Una volta iniziato, la donna prima fa sanguinare le ferite del prete, poi tenta di confondere Behmen pronunciando le parole del suo generale di crociata e accusandolo di essere un orribile peccatore e assassino. Felson si interroga su come abbia fatto a venirne a conoscenza e il prete comprende così che la donna non è in realtà una strega ma un’anima posseduta dal demonio stesso, iniziando a compiere il rito di esorcismo che comincia ad avere effetto. Il demonio riesce però a distruggere la gabbia in cui è rinchiuso e fugge, volando in una torre dell’abbazia.

Il gruppo capisce che il demonio era realmente la causa della peste e che si era fatto appositamente portare lì per distruggere l’ultima copia rimasta del libro magico. Trovata la creatura, Debelzaq prova nuovamente a compiere il rito, ma viene ucciso dal mostro mentre gli altri sono impegnati a combattere i cadaveri dei monaci, ora posseduti a loro volta. Kay allora si sostituisce al prete per compiere il rituale mentre Behmen e Felson ingaggiano un combattimento con il demonio per tenerlo impegnato. Il rito viene portato a termine e il demonio scacciato, ma a prezzo del sacrificio dei due crociati.

Kay e Anna, la donna ora non più posseduta, si mettono in viaggio portando con loro la Chiave di Salomone, dopo aver seppellito i caduti.

Regia di Dominic Sena .

Con: Nicolas Cage, Ron Perlman e Claire Foy:

Fonte: WIKIPEDIA

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *