martedì, 7 Aprile, 2020
Home > Sport in Pillole > Sport, Samb: una Samb dai due volti esce sconfitta dal Cabassi di Carpi per 1-0

Sport, Samb: una Samb dai due volti esce sconfitta dal Cabassi di Carpi per 1-0

di Marco De Berardinis

Dopo un buon primo tempo, i rossoblu nella ripresa non riescono ad essere incisivi. Prima frazione di gioco terminata sullo 0-0. Nella ripresa rete decisiva di Maurizi

Sconfitta di misura per i ragazzi di Montero che, dopo aver giocato un buon primo tempo ed un buon inizio di ripresa, cedevano il controllo del gioco al Carpi arretrando il proprio baricentro incapaci di portare pericoli verso Nobile. La rete di Maurizi arrivata al minuto 71 sanciva una supremazia territoriale dei padroni di casa, consolidata con alcuni contropiede in cui i carpigiani hanno sfiorato il raddoppio.

Contro gli emiliani il tecnico Montero confermava per dieci undicesimi la formazione con cui aveva battuto il Gubbio, unica novità Frediani al posto dell’acciaccato Di Massimo che si accomodava in panchina, mentre per quanto riguarda il modulo dal 4-2-3-1 di domenica scorsa tornava al canonico 4-3-3. Dall’altra parte il tecnico Riolfo confermava per nove undicesimi la formazione che aveva sbancato il Benelli di Pesaro, nello specifico Fofana ed Hraiech sostituivano rispettivamente Simonetti e lo squalificato Pezzi, confermato il modulo e cioè il 43-2-1.

PRIMO TEMPO

Partiva di gran carriera la Samb senza nessun timore reverenziale contro la seconda della classe; infatti al 3′ Volpicelli fuggiva sulla destra e provava l’imbucata per Frediani al centro dell’area di rigore, Nobile bloccava in uscita bassa. Al 12′ rimessa laterale di Rapisarda per Gelonese, che faceva da sponda per l’inserimento di Volpicelli; l’esterno rientrava e provava il sinistro a giro, la sfera lambiva il palo.

Al 20′ discesa di Orlando che serviva l’accorrente Gemignani, il cross in mezzo per Frediani che deviava la sfera di testa e metteva di poco a lato. Al 24′ rispondevano i padroni di casa con un angolo battuto corto per Maurizi, che controllava di petto e serviva una gran palla per Sabotic; il difensore colpiva di testa a botta sicura, ma Santurro si superava deviando la sfera. I biancorossi iniziavano a macinar gioco attaccando a pieno organico, ma i rossoblu in contropiede erano pericolosi tant’è che al 26′ Frediani in contropiede fuggiva sulla destra e andava sul fondo servendo Orlando, il cross di quest’ultimo a centro area era per Cernigoi che però veniva anticipato in mezzo all’area.

Due minuti più tardi Jelenic provava il destro di controbalzo da fuori area, la sfera terminava di poco sul fondo. Al 28’ Jelenic scagliava un gran tiro dalla distanza di collo pieno, la sfera terminava di poco sul fondo. Alla mezz’ora Volpicelli tentava il tiro dalla lunga distanza, ma la sfera terminava fuori.

Il duplice fischio finale dell’arbitro sanciva la fine del primo tempo, terminato sullo 0-0. Una prima frazione di gioco equilibrata e dunque non esaltante che aveva visto le due squadre cercare di superarsi a vicenda con un paio di occasioni da rete create per parte.

SECONDO TEMPO

La ripresa iniziava con i padroni di casa subito aggressivi che si rendevano pericolosi con Jelenic al 52’, il tiro dalla distanza del centrocampista biancorosso costringeva alla parata a terra il bravo Santurro. Lo stesso Jelenic si ripeteva al 62′ in contropiede, il trequartista metteva in mezzo per Biasci, ma Biondi salvava in modo provvidenziale. Quattro minuti più tardi l’incontenibile Jelenic fuggiva in campo aperto, Gelonese era costretto trattenerlo per la maglia per evitare guai alla propria retroguardia; conseguente ammonizione per il centrocampista rossoblu.

Il goal era nell’aria e puntualmente arrivava al minuto 71, secondo angolo consecutivo di Jelenic, che stavolta beccava Maurizi al centro dell’area di rigore; il trequartista  biancorosso, ex Fermana, saltava con ottima scelta di tempo e di testa infilava  in porta la sfera. Carpi 1 – Samb 0. Subita la rete i rossoblu rispondevano subito con Cernigoi al minuto 78, l’attaccante rivierasco vinceva un duello sulla fascia destra e provava il tiro di controbalzo dal limite, Nobile seppur sorpreso si tuffava e riusciva a bloccare la sfera.

All’80′ il Carpi andava vicino al raddoppio in contropiede, Biasci serviva in mezzo per Maurizi che da buona posizione manda alta la sfera. Cinque minuti più tardi Orlando rientrava sul sinistro e crossava in mezzo per Cernigoi che anticipato da Ligi; il centravanti protestava per una trattenuta di Sabotic, ma l’arbitro lasciava proseguire.

Con i rossoblu sbilanciati in avanti alla ricerca del pareggio, si aprivano delle vere e proprie praterie per i carpigiani, infatti all’87in un contropiede 2 contro 1 del Carpi, Hraiech metteva in mezzo una palla per Biasci che stoppava e tirava, murato all’ultimo momento da Di Pasquale.

A pochi istanti dalla fine Di Massimo veniva espulso per un fallo veniale su Saric, Samb che rimaneva in 10 ma la gara era praticamente finita. L’incontro terminava dunque sul risultato di 1-0 in favore degli emiliani.

Questo il tabellino della gara Carpi – Sambenedettese.

Carpi (4-3-2-1): Nobile; Rossoni (54’ Pellegrini), Sabotic, Ligi ©, Sarzi Puttini; Saric, Hraiech (89’ Boccaccini), Fofana (54’ Simonetti); Jelenic (89’ Lomolino), Maurizi; Biasci (89’ Carletti). A disp.: Rossini, Carta, Varoli, Van der Heijden, Clemente. Mastaj, Tommasone. All: G. Riolfo

Samb (4-3-3): Santurro; Rapisarda ©, Biondi, Carillo (28’ Di Pasquale), Gemignani; Gelonese, Angiulli, Frediani (84’ Piredda); Orlando, Cernigoi, Volpicelli (69’ Di Massimo). A disp.: Raccichini, Fusco, Trillò, Zaffagnini, Miceli, Bove, Brunetti, Garofalo, Panaioli. All.: P. Montero

TERNA A.: Gianpiero Miele di Nola. Giudici di linea: L. Testi/M. Lencioni

NOTE: Pomeriggio invernale, temperatura 5° C. circa, terreno di gioco in buone condizioni. Spettatori 1.000 circa di cui circa 200 giunti da San Benedetto. Carpi in completo bianco con banda orizzontale rossa sulle maglie, Samb con la canonica casacca rossoblu e pantaloncini blu. Presente una piccola rappresentanza di tifosi bavaresi del gruppo Schickeria. Gara iniziata, come tutte le altre, con 15 minuti di ritardo in segno di protesta. La decisione è stata presa dalla Lega Pro per spingere il governo ad iniziare il processo defiscalizzazione richiesto dai vertici federali.

MARCATORI: 71’ Maurizi (C.),

AMMONITI: 34’ Montero (S.), 38’ Ligi (C.), 66’ Gelonese (S.), 84’ Maurizi (C.)

ESPULSI: 90+4’ Di Massimo (S.)

ANGOLI: 6 -3

RECUPERO: 2’ 1° T. – 4’ 2° T.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *