sabato, Settembre 19, 2020
Home > Marche > Lucrezia di Cartoceto: gatti morti avvelenati con la lingua blu, uno manca all’appello

Lucrezia di Cartoceto: gatti morti avvelenati con la lingua blu, uno manca all’appello

cartoceto

CARTOCETO – Morti avvelenati con la lingua blu almeno due gatti (il terzo sarebbe in cura presso una clinica veterinaria). Il quarto manca all’appello (si spera ritorni presto). Ieri sono stati rinvenuti i corpi di 2 gatti domestici tra le frasche, in prossimità di una strada, con la lingua blu. Uno di loro era ricoperto di una polverina grigio chiara, che a primo acchitto risulterebbe essere cenere.

Il terzo, ancora vivo, risulterebbe trovarsi in una clinica veterinaria, mentre si aspetta il ritorno a casa per il quarto gatto di Lucrezia di Cartoceto. Nella zona risultano altri proprietari di felini che ora sono spaventati dall’accaduto ed è scattato il divieto assoluto di uscita dall’abitazione.

Con l’occasione ricordiamo che l’avvelenamento di un gatto, come di qualsiasi animale in genere, e’ reato penale e che esiste uno specifico divieto sia nell’utilizzo sia nella detenzione di esche e bocconi avvelenati. Se non bastasse esiste un antico detto piceno in merito: “Chi uccide i gatti fa i propri misfatti”.

RD Leo

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994 al 2015 ha collaborato regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero, Il Resto del Carlino, La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Nel 2009 è direttore del quotidiano teramano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Ora direttore della testata giornalistica on line la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com