giovedì, Ottobre 22, 2020
Home > Lazio > Ospedale San Carlo di Nancy: “Tredicesime non pagate ai lavoratori, aperto stato di agitazione”

Ospedale San Carlo di Nancy: “Tredicesime non pagate ai lavoratori, aperto stato di agitazione”

uls

ROMA – “Per un inspiegabile motivo le tredicesime spettanti a diverse centinaia di Lavoratori dell’ Ospedale San Carlo di Nancy non sono ancora state accreditate”, dichiarano Anna Rita Amato Segretario Aziendale e Antonino Gentile del Direttivo Roma e Lazio ULS-Unione Lavoratori Sanità.

“Nonostante le nostre richieste – aggiungono – inviate ai vertici aziendali a tutt’oggi non vi è alcuna risposta che motivi il mancato accredito della tredicesima in favore dei dipendenti del nosocomio romano acquisito nel 2015 dal Gruppo GVM Care & Research e accreditato con il Servizio Sanitario Regionale”.

“L’azienda avrebbe dovuto corrispondere l’importo agli operatori sanitari dell’ Ospedale San Carlo di Nancy il 16 dicembre”

E ancora: “Questo silenzio assordante da parte dell’azienda, che avrebbe dovuto corrispondere l’importo il 16 dicembre agli operatori sanitari come previsto nel contratto nazionale di lavoro, riteniamo sia veramente poco rispettoso della professionalità e della dignità dei Lavoratori che attendevano la somma per poter passare un Natale migliore.

Non è stata inviata alcuna comunicazione interna ufficiale a riguardo che potesse spiegare le cause di una inadempienza che sta violando un diritto e arrecando disagi, né tanto meno il personale è stato preavvisato”.

“Per questo motivo – concludono Amato e Gentile – abbiamo aperto lo stato di agitazione sindacale e sollecitato in tempi brevissimi l’erogazione della retribuzione natalizia unitamente ad una lettera di scuse a tutti i dipendenti, in mancanza dei quali interesseremo l’ Ispettorato Territoriale del Lavoro di Roma che accerterà la violazione segnalata”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *