domenica, Ottobre 25, 2020
Home > Abruzzo > Pepe: “nessun disimpegno dei fondi per l’agricoltura in Abruzzo”

Pepe: “nessun disimpegno dei fondi per l’agricoltura in Abruzzo”

pepe

Pepe: “nessun disimpegno dei fondi per l’agricoltura in Abruzzo grazie all’attenta e lungimirante programmazione della precedente Amministrazione di centrosinistra”

Per oltre sei mesi il centrodestra regionale ha strillato ai quattro venti del probabile disimpegno dei fondi europei dell’agricoltura per colpa della precedente Amministrazione di centrosinistra, oggi invece abbiamo saputo da informazioni assunte che l’Abruzzo non dovrà rimandare indietro nessun euro del fondo europeo PSR 2014/20, questo grazie allo scrupoloso ed attento lavoro messo in campo dal sottoscritto, che è stato Assessore al ramo in quegli anni, e dagli uffici regionali competenti” sottolinea il Consigliere e Vice Capogruppo Regionale del Pd, Dino Pepe.

Pepe: “Un importante lavoro programmatorio”

Questo dato riconosce, ancora una volta e se mai ve ne fosse stato bisogno, l’importante lavoro programmatorio che è stato fatto dalla passata Amministrazione che consente, oggi, di evitare restituzioni di importanti fondi a Bruxelles. Se a ciò si aggiunge che l’Abruzzo ha avuto a disposizione, come fondi post sisma per l’agricoltura, anche 46 milioni di euro aggiuntivi rispetto al plafond originario di 432 milioni, numeri importanti, ma che avrebbe potuto anche aumentare il rischio disimpegno, si ha un quadro chiaro di quanto di serio è stato fatto” conclude l’ex Assessore regionale all’Agricoltura.

Auspico che l’attuale governance regionale riesca a centrare gli stessi risultati raggiunti da noi in un settore strategico come l’agricoltura visto che, al momento, non ha proposto alcuna sostanziale modifica al PSR e non ha emesso alcun nuovo bando e al contempo mi auguro che, da oggi in poi, il centrodestra la smetta di mettere in giro voci su possibili disimpegni di fondi, visto che la realtà li ha già sonoramente smentiti”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *