sabato, Ottobre 24, 2020
Home > Anticipazioni TV > Il film consigliato stasera in TV: “IL GGG – IL GRANDE GIGANTE GENTILE” lunedì 23 dicembre 2019

Il film consigliato stasera in TV: “IL GGG – IL GRANDE GIGANTE GENTILE” lunedì 23 dicembre 2019

film il GGG
Il film consigliato stasera in TV: “IL GGG – IL GRANDE GIGANTE GENTILE” lunedì 23 dicembre 2019 alle 21:20 su CANALE 5
Il GGG - Il grande gigante gentile.jpg
Il GGG – Il grande gigante gentile (The BFG) è un film del 2016 diretto e prodotto da Steven Spielberg. La pellicola è scritta da Melissa Mathison ed è interpretata da Ruby Barnhill, Mark RylancePenelope Wilton e Bill Hader. Primo film diretto da Spielberg ad essere prodotto e distribuito dalla Walt Disney, è l’adattamento cinematografico del romanzo del 1982 Il GGG scritto da Roald Dahl, già portato sul grande schermo col film d’animazione del 1989 Il mio amico gigante. In un orfanotrofio di Londra, nel pieno della notte, l’insonne orfanella Sofia, sentendo dei rumori per strada, si affaccia alla finestra e vede un gigante incappucciato che, notando di essere stato visto, l’agguanta e scappa via verso il nord del paese, non facendosi notare da nessun umano. Arrivati nella caverna del gigante, in un posto protetto dalla nebbia del mare a nord del Regno Unito, il Paese dei Giganti, Sofia tenta di scappare, ma viene fermata dal gigante, che la rassicura che non la mangerà, in quanto vegetariano e che, se l’ha rapita, era solo per evitare che gli “esseri urbani” (come i giganti li chiamano nella loro lingua sgrammaticata) potessero sapere della loro esistenza e non imprigionassero lui in uno zoo o tentassero di avvicinarsi agli altri nove giganti del paese, ben più grandi e più malvagi di lui, nonché carnivori. Risultati immagini per il ggg - il grande gigante gentile poster Sofia, volendo fuggire, si addormenta e, quando si accorge che anche il gigante si è addormentato, scappa dalla sua caverna, ma viene fermata da uno dei giganti cattivi che la divora. Per sua fortuna si trattava di un incubo soffiatole dal gigante, il quale le spiega che il suo compito è quello di catturare i sogni e portarli ai bambini addormentati nel mondo e che può modificarli o mescolarli assieme per formare delle storie. Sofia si convince e decide di desistere dallo scappare dal Paese dei Giganti, venendo a conoscenza delle loro usanze: il buon gigante le mostra come lui si debba nutrire di disgustosi Cetrionzoli, unico cibo esistente nella loro terra, che possono creare la bizzarra bevanda dello Sciroppio, che causa flatulenze che per un gigante sono come dei salti di gioia. Proprio allora, il leader dei giganti carnivori, InghiottiCiccia, entra nella caverna per farsi guarire da una ferita e, annusandone l’odore, è sicuro che il gigante stia nascondendo un essere urbano. Per distrarlo, il gigante tenta di offrirgli un Cetrionzolo, ma si accorge in tempo che Sofia si era nascosta dentro e impedisce a InghiottiCiccia di mangiarla e lo riesce a farlo andare via. Dopo aver dato una ripulita a Sofia e dopo avergli dato dei vestiti, il gigante le prepara un rifugio all’interno del suo magazzino di sogni e si prepara ad andare a prenderne altri. Sofia chiede di venire con lui e, con molta riluttanza, il gigante la porta dietro. I due, per raggiungere la Terra dei Sogni, devono superare il giaciglio degli altri giganti e, nonostante gli sforzi del gigante di impedire ai suoi simili di svegliarsi, viene beccato da Sangue-Succhia, il secondo in comando, che risveglia gli altri per strapazzare il piccolo gigante, finché la pioggia non mette fine al loro spasso (i nove giganti temono l’acqua). Il gigante e Sofia (rimasta nascosta ai giganti) se ne vanno e raggiungono la Terra dei Sogni. I due catturano diversi sogni, catturando i più fantasiosi sfruttando le enormi orecchie del gigante, che rivela di chiamarsi Grande Gigante Gentile, che Sofia accorcia in GGG. La gita dei due termina quando GGG cattura un incubo che stava attirando Sofia in una trappola per farla spaventare e i due si dirigono quindi con un trombone magico nei villaggi degli umani addormentati per soffiare i sogni ai bambini. Tornati a casa, GGG nota che la coperta di Sofia era caduta dalla sua tasca mentre veniva strapazzato da InghiottiCiccia e gli altri e, temendo per Sofia, la riporta all’orfanotrofio contro la sua volontà e poi scompare, facendo sembrare a Sofia di aver sognato. Sofia, quindi, per dimostrare il contrario, salta dalla finestra e, come da lei previsto, GGG la salva e le rivela del perché è così preoccupato per lei: anni fa, GGG aveva ospitato un ragazzo umano di nome Jack ma fu scoperto e divorato da InghiottiCiccia. Stufa che quei giganti la possano passar liscia, Sofia si offre di aiutarlo a trovare un modo per liberarsi di loro. Tornati al magazzino dei sogni, GGG ottiene visite inaspettate quando InghiottiCiccia e gli altri entrano e domandano che gli venga consegnato l’urbano di cui hanno scoperto la presenza dalla coperta che hanno trovato. Nel cercare Sofia, che si nasconde nella tana di Jack, i giganti distruggono diversi sogni e GGG, furioso, li caccia via. Trovando una foto della Regina Vittoria nella tana di Jack, a Sofia viene un piano per liberarsi dei giganti. Chiede a GGG di creare un sogno per la Regina Elisabetta II, il quale le mostrerà la loro avventura fino ad ora e che poi, al suo risveglio vedrà una bambina ed un gigante pacifico alla finestra che l’aiuteranno a fermare i malvagi giganti che hanno deciso quella notte di mangiare diversi bambini dagli orfanotrofi. Leggendo la notizia di bambini scomparsi e ossa ritrovate e vedendo Sofia e il GGG alla finestra, la mattina dopo, la Regina capisce che il sogno che ha fatto era vero e decide di organizzare con loro un piano per liberarsi dei giganti. Il piano consiste di distrarre i giganti con l’incubo trovato da GGG per far prima vedere a loro quanto son malvagi e poi, uno stormo di elicotteri dell’esercito li legherà e li porterà su un’isola circondata dalla loro temuta acqua. Sofia e GGG attuano il piano e, nonostante i giganti vengano presi dal senso di colpa e non oppongono troppa resistenza alla cattura, InghiottiCiccia non si lascia sopraffare dall’incubo e tocca al GGG di tenerlo fermo per permettere ai soldati di catturarlo. Alla fine i giganti vengono tutti portati sull’isola e, come uno sostentamento, gli vengono lasciati semi e ortaggi di Cetrionzoli. Sofia viene adottata dalla cameriera della Regina e GGG torna nella sua tranquilla casa a continuare a fare sogni per i bambini, ottenendo dalla Regina diverse scorte di buon cibo come ricompensa. Regia di Steven Spielberg Con Ruby Barnhill, Mark RylancePenelope Wilton e Bill Hader Fonte:WIKIPEDIA
Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *