martedì, Novembre 24, 2020
Home > Marche > Qualità della vita: dove vincono le province marchigiane in Italia

Qualità della vita: dove vincono le province marchigiane in Italia

Ascoli Piceno – Le classifiche del Sole 24 Ore sulla qualità della vita, che abbiamo riportato a livello regionale e provinciale, possono essere approfondite ulteriormente, visto che i sei parametri sono suddivisi a loro volta da diversi altri segmenti, spesso indicativi sui risvolti sociali delle città e delle province.

Vediamo in quali settori le province marchigiane eccellono a livello nazionale. Nella sezione canoni media di locazione Ascoli Piceno è al 4° posto in Italia con 340 euro per appartamenti di 100 metri quadri in zona semicentrale. Invece al 2° posto in Italia Fermo per il basso numero di protesti pro capite con 0,9 euro all’anno. Al 1° posto Bolzano con 0,8 euro annue. Macerata all’8° posto in qualità dell’aria PM 10, concentrazione media in microgrammi con 17,4. Al primo posto Massa/Carrara con 14.

Ancora Ascoli Piceno al 7° posto come basso consumi di farmaci per Asma e Broncopolmonite: 4,8 unità minime pro capite. In Sardegna fanno meglio con 4,3. Ma dove svetta in Italia ancora Ascoli Piceno e provincia è nel numero più basso di violenze sessuali. La provincia è al primo posto con 1,5 denunce ogni 100mila abitanti anche se anche una denuncia è sempre di troppo. Anche per il numero minimo di estorsioni Ascoli è al 6° posto con 7,2 ogni 100mila residenti.

Per truffe e frodi informatiche bene Fermo al 3° posto in Italia per numeri minimi con 165 ogni 100mila abitanti. Per quanto riguarda gli incendi Ancona e provincia è al numero 10 con 2,6 denunce ogni 100mila abitanti. Al primo posto Udine con 1,6.

Passiamo al tasso di disoccupazione giovanile che va dai 15 ai 29 anni. Qui è piazzata bene la provincia di Fermo al 4° posto con il 10,4%. Tanto ma meno ad altre decine di province italiane. Per quanto riguarda le imprese registrate ogni 100 abitanti prima provincia marchigiana Macerata al 4° posto a livello nazionale con 12,3. Invece per le imprese che fanno e-commerce Fermo al 9° posto con 0,4% sul totale delle imprese in generale. Per le start up innovative nuovo primato nazionale di Ascoli Piceno e provincia: 14,6 ogni mille società di capitale.

Per quanto riguarda Pesaro/Urbino la troviamo tra le prime 10 province nella speranza di vita alla nascita: 9° posto con 83,9 anni. Macerata al 9° posto per acquisizione di cittadinanza: 3,8 ogni 100 residenti stranieri. Sale cinematografiche: ancora un 1° posto di Ascoli Piceno con 3152 posti a sedere ogni 100mila abitanti. Nelle biblioteche meglio di tutti Macerata al 4°posto con 7 biblioteche ogni 100 mila abitanti. Bene 

Fermo e Macerata al 4° e 10° posto in Italia per numero spettacoli/concerti ogni 100mila abitanti: 1,5 Fermo e 1,4 Macerata. La stessa Macerata si trova al 3°posto per indice di sportività con un indice finale di 1,3. Al primo posto Trento con 2.

Per quanto riguarda le librerie ogni 100mila abitanti troviamo Ancona al 9° posto con 10,4. Primato nazionale per Macerata per palestre ogni 100mila abitanti con 15,6. Quinto posto per Ascoli con 14,6. Per mostre ed esposizioni Ancona al 2° posto a livello nazionale con 5,7 spettacoli ogni 1.000 abitanti.

Un elemento spesso trascurato ha relazione con i dati: sono provinciali e non riferiti solo ai capoluoghi di provincia. Questo significa che città come Fano, Senigallia, Fabriano, Jesi, Osimo, Civitanova Marche, Porto Sant’Elpidio Grottammare e San Benedetto del Tronto solo per citare alcune località contano moltissimo nello stilare le diverse classifiche, che poi concorrono alla graduatoria della qualità della vita a livello nazionale, pur non essendo menzionate nelle graduatorie pubblicate.

Roberto Guidotti

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Roberto Guidotti
Giornalista pubblicista iscritto all'Albo dei giornalisti delle Marche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *