domenica, Novembre 28, 2021
Home > Italia > Torino, macellate carni di specie protette: l’operazione dei Nas. Denunciato ristoratore di Cuorgnè

Torino, macellate carni di specie protette: l’operazione dei Nas. Denunciato ristoratore di Cuorgnè

controlli

TORINO – Nel corso della mattinata di ieri personale del NAS Torino, unitamente a personale CC Nipaaf Carabinieri Forestali di Torino, ha dato esecuzione ad un decreto di perquisizione emesso dalla Procura della Repubblica di Ivrea nei confronti di un cittadino del luogo abitante in Castellamonte (TO). Sul posto è stato individuato e sequestrato un macello clandestino dove veniva lavorata la carne di selvaggina cacciata nel comparto Alpino TOC (Canavese) nello specifico cinghiali, camosci, cervi e caprioli. Sequestrati inoltre più di 400 insaccati con carni di selvaggina e un quintale di carni provenienti da animali cacciati.

Denunciato ristoratore della provincia di Torino

Il tutto in violazione all’ art. 6 comma 1 Dgls 193/2007 (Attività di macellazione, produzione e preparazione carni in luoghi diversi dagli stabilimenti riconosciuti). Pertanto non sono state acclarate solo infrazioni relative alla caccia di specie protette, ma anche all’aspetto sanitario dei luoghi e dei preparati a base di carne in quanto prodotti destinati al consumo umano senza gli obbligatori controlli sanitari preventivi (esame trichinoscopico). In tale contesto operativo il NAS ha avuto modo di fare accertamenti anche sulla relativa filiera della ristorazione specifica di carne da selvaggina, deferendo in stato di libertà un ristoratore di Cuorgnè in quanto proponeva agli avventori carne di specie protette e comunque non sottoposte ai previsti controlli.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net