sabato, Gennaio 23, 2021
Home > Marche > Civitanova Marche, ferroviere aggredito e rapinato: un arresto

Civitanova Marche, ferroviere aggredito e rapinato: un arresto

civitanova

Civitanova Marche – Ieri mattina (erano circa le 5:00) all’interno della sala di attesa della locale stazione ferroviaria, un controllore delle Ferrovie, un 45enne residente in provincia, ha invitato alcuni cittadini magrebini intenti a fumare ad uscire dalla sala o a spegnere le sigarette.

Anzichè ottemperare al suo invito, il gruppo lo ha aggredito prima all’interno della sala d’aspetto e successivamente nel piazzale antistante la stazione, dove la vittima aveva provato a scappare per sottrarsi all’aggressione. Il ferroviere è stato colpito con calci e pugni dai quattro che prima di darsi alla fuga gli hanno strappato il borsello contenente il portamonete con i documenti ed alcune centinaia di euro e un altro zaino in cui era custodito un tablet utilizzato per lavoro.

Il controllore ha contattato immediatamente il numero di emergenza, chiedendo aiuto. Sul posto gli uomini del Commissariato di Civitanova Marche i cui agenti, diretti dal Dott. Sabatucci, con un meticoloso pattugliamento e rastrellamento delle possibili vie di fuga, hanno intercettato in una strada vicina alla stazione un soggetto extracomunitario che, alla vista della Polizia, ha tentato di nascondersi tra le auto in sosta e che cercava di liberarsi di qualcosa. Gli agenti hanno compreso che il soggetto in questione poteva essere coinvolto nei fatti, così lo hanno bloccato recuperando quanto gettato: il portamonete del ferroviere con all’interno ancora i suoi documenti.

L’uomo, un marocchino di 42 anni residente in provincia di Fermo, è stato bloccato e sottoposto a perquisizione. L’operazione ha consentito di rinvenire la somma di 350/euro rapinata al ferroviere. Sono ancora in corso indagini finalizzate ad individuare gli altri tre responsabili dei fatti.  Il ferroviere, a seguito dell’aggressione subita, ha riportato lesioni giudicate guaribili in sette giorni dai sanitari del pronto soccorso, dove è stato trasportato per le cure del caso.

L’arrestato, un marocchino di 42 anni, pluri-pregiudicato per furto, rapina, resistenza a p.u., detenzione ai fini di spaccio do sostanze stupefanti minacce e lesioni è stato tratto in arresto e ristretto presso il carcere di Fermo, a disposizione dell’A.G.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *