domenica, Ottobre 17, 2021
Home > Italia > “Restituite la scorta al Capitano Ultimo”. Il videomessaggio di Vittorio Brumotti: “Firmiamo tutti la petizione”

“Restituite la scorta al Capitano Ultimo”. Il videomessaggio di Vittorio Brumotti: “Firmiamo tutti la petizione”

il capitano ultimo

“Un appello per Sergio De Caprio, ovvero Capitano Ultimo. Un mio amico. Un mio grande amico. Un grande amico vostro, colui che arrestò il capo dei capi della mafia, ovvero Totò Riina. Come avete sentito, probabilmente gli verrà revocata la scorta. E allora firmiamo la petizione per il reitengro della scorta al Capitano Ultimo. Una persona come lui deve essere tutelata per sempre. Grazie Capitano Ultimo. Noi siamo con te”

Questo il contenuto del videomessaggio che l’inviato di Striscia La Notizia Vittorio Brumotti ha dedicato al colonnello Sergio De Caprio, perchè gli venga restituita la scorta. Un appello che segue quelli in precedenza già lanciati da Raoul Bova e Giulio Golia de Le Iene.

Il 14 gennaio Tar del Lazio deciderà relativamente al reintergo della scorta al Capitano Ultimo.

Nel giugno scorso, dopo una battaglia legale che aveva visto il colonnello Sergio De Caprio ricorrere al Tar contro la decisione del Ministero dell’interno che gli aveva revocato la tutela, la stessa gli era poi stata riassegnata. Pochi mesi dopo la nuova doccia fredda. Il Tar del Lazio ha poi sospeso in via cautelare il provvedimento con cui il ministero dell’Interno aveva annullato la protezione, in attesa della trattazione del ricorso in sede collegiale, che ha avuto luogo il 3 dicembre, con rinvio al 14 gennaio per la decisione finale.

Sono in tanti a sostenere il Capitano Ultimo

Sono in tantissimi a sostenere il colonnello De Caprio in un momento tanto delicato. Non si ferma infatti a petizione (https://www.change.org/p/l-arma-dei-carabinieri-per-il-reintegro-immediato-della-scorta-al-col-sergio-de-caprio) avviata dai sostenitori del Capitano Ultimo, che ha ormai quasi oltrepassato la soglia delle 155mila firme.

Come già detto, di recente Raoul Bova ha firmato la petizione per il reintegro della scorta, come anche Giulio Golia delle Iene . Ora, in supporto del Capitano Ultimo, arriva anche Vittorio Brumotti.

La mafia non è stata sconfitta. E’ cambiata, “evoluta”, ha mutato conformazione e metodi. Ma è un pericolo ancora del tutto presente. Togliere la scorta al Capitano Ultimo equivale a dire che la mafia è autorizzata ad agire indisturbata e questo significa lanciare un messaggio ben preciso: ognuno di noi è a rischio. Siamo tutti in pericolo.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net