martedì, Gennaio 19, 2021
Home > Mondo > Libia, Haftar riparte da Mosca senza firmare l’accordo

Libia, Haftar riparte da Mosca senza firmare l’accordo

haftar

E’ fallimento del vertice di Mosca sul piano di pace in Libia, dipeso prima dal rinvio e poi dal rifiuto di Haftar di siglare i 7 punti dell’accordo nei quali non era stata accolta la richiesta del leader della Tripolitania di vedersi riconosciuta la vigilanza sui pozzi di  petrolio libici. Ovviamente l’improvvisa ripartenza di Haftar da Mosca per rientrare a Bengasi provocherà delle conseguenze nei rapporti con i suoi alleati internazionali e quindi con Putin, Macron ed Al Sisi, mentre il suo rifiuto rafforzerà la decisione di Erdogan di inviare truppe in Libia a sostegno del governo di Al Serraj riconosciuto dall’ONU.

Haftar non avrebbe firmato perchè il documento ignorerebbe molte richieste

A riportare la notizia l’agenzia di stampa russa Ria Novosti, citando una fonte libica. Haftar avrebbe affermato, secondo al Arabiya, che il documento proposto ignorerebbe molte richieste dell’esercito nazionale libico.

La partenza di Haftar senza la firma dell’accordo contraddice le speranze del premier Giuseppe Conte, che aveva detto: “Haftar ha chiesto ancora di meditare sul testo dell’accordo di cessate il fuoco in Libia. Si è preso questa notte per pensarci su, ma sono fiducioso che domani (oggi,ndr) sottoscriverà” anche lui. E aveva aggiunto, dopo la firma del premier Al Sarraj, che è un “passo importante, ma lo scenario è complesso, nessun passo è risolutivo di per sé. Anche il cessate il fuoco è un passo preliminare,non obiettivo finale”.

Con la partenza di Haftar senza accordo, il futuro della Libia è così di nuovo incerto. E per la diplomazia internazionale ora è tutto da rifare.

L.M.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *