giovedì, Ottobre 21, 2021
Home > Anticipazioni TV > Anticipazioni per “Tgr RegionEuropa” del 19 gennaio alle 11.30 su RAI 3: Fondi europei, obiettivo centrato

Anticipazioni per “Tgr RegionEuropa” del 19 gennaio alle 11.30 su RAI 3: Fondi europei, obiettivo centrato

tgr regioneuropa del 5 aprile

Anticipazioni per “Tgr RegionEuropa” del 19 gennaio alle 11.30 su RAI 3: Fondi europei, obiettivo centrato

Risultati immagini per tgr regioneuropa rai

La spesa dei fondi europei destinati alle regioni e ai territori locali in Italia. La racconta il reportage di Antonio Silvestri al centro di “RegionEuropa”, il settimanale europeo della Tgr in onda domenica 19 gennaio alle 11.30 su Rai 3 e in diretta web su Rai Play. Nel servizio, innanzitutto, si dimostra come tutti i cinquantuno Programmi Operativi regionali e nazionali abbiano raggiunto l’obiettivo di spesa per il 2019. Si fa, inoltre, il punto sui dati forniti dall’Agenzia per le politiche di coesione per i programmi che hanno fatto registrare le migliori performance e quelli, tutti e tre nazionali, che hanno fatto registrare i peggiori risultati, pur non perdendo i finanziamenti. A seguire, da Perugia, l’accordo fra la Scuola Rai di giornalismo e l’Università del capoluogo umbro per la realizzazione di un master su come attivare localmente i fondi dell’Unione. 
Dal Parlamento Europeo le parole di Pietro Bartolo, il medico di Lampedusa, che spiega a “RegionEuropa” i motivi che lo hanno spinto a impegnarsi direttamente nell’aula dell’Eurocamera come europarlamentare del Pd sui temi delle migrazioni e per una politica europea più efficace. In sommario anche il punto sull’attività del Programma Eni Cbc Med, che rientra nelle politiche di vicinato dell’Ue, realizzato a Roma con un focus sulla formazione di giovani e donne, anche neet (coloro che non studiano né lavorano). Sono stati avviati in questo campo 41 progetti che coinvolgono sia i Paesi dell’Ue sia quelli della sponda sud del Mediterraneo.
In primo piano, inoltre, l’incontro tra il Corpo diplomatico accreditato in Vaticano e Papa Francesco in cui il Santo Padre non solo si è soffermato sulle maggiori crisi internazionali, a partire da quella tra Usa e Iran, ma anche sull’interesse che la Chiesa cattolica ha sempre avuto per le iniziative europee, un interesse che intende sottolineare un’idea di costruzione inclusiva, animata da uno spirito partecipativo e solidale, capace di fare dell’Europa un esempio di accoglienza ed equità sociale nel segno di quei valori comuni che ne sono alla base.
Da Parma, obiettivo sull’inaugurazione della città emiliana quale Capitale italiana della cultura 2020: un anno di avvenimenti straordinari senza dimenticare le dimensioni europee della città, sede dell’autorità alimentare europea. In conclusione di puntata l’appuntamento con “Oppurtunità”:  l’agronomo Francesco Martella di Europe Direct Umbria in collegamento dallo Studio Rai di Perugia spiega come funzionano i contributi per assicurare gli agricoltori dai rischi climatici.