mercoledì, 19 Febbraio, 2020
Home > Anticipazioni TV > Il film consigliato stasera in TV: “OPERAZIONE U.N.C.L.E.” venerdì 24 gennaio 2020

Il film consigliato stasera in TV: “OPERAZIONE U.N.C.L.E.” venerdì 24 gennaio 2020

operazione U.N.C.L.E.

Il film consigliato stasera in TV: “OPERAZIONE U.N.C.L.E.” venerdì 24 gennaio 2020 alle 21:05 su 20 MEDIASET (Canale 20)

Operazione U.N.C.L.E. (2015) - Kuryakin, Teller, Solo.png

Operazione U.N.C.L.E. (The Man from U.N.C.L.E.) è un film del 2015, diretto e co-sceneggiato da Guy Ritchie, con protagonisti Henry Cavill e Armie Hammer. La pellicola è l’adattamento cinematografico della serie televisiva Organizzazione U.N.C.L.E. (The Man from U.N.C.L.E.), andata in onda dal 1964 al 1968.

Nel 1963, in piena guerra fredda, l’ex ladro d’arte e agente della CIA Napoleon Solo fa fuggire da Berlino Est Gaby Teller, figlia dell’ex scienziato nazista, poi messosi al servizio degli Stati Uniti, Udo Teller, scomparso da lungo tempo e avvistato a Roma. I due riescono a sfuggire rocambolescamente a Ilya Kuryakin, agente del KGB dall’infanzia tormentata, segnata dalla deportazione del padre in un gulag.

Giunto a Berlino Ovest, Napoleon viene informato che lo zio di Gaby, Rudi, lavora per la compagnia di navigazione gestita da Victoria e Alexander Vinciguerra, figlio di un gerarca fascista ed amico di Mussolini, il quale si è impegnato a nascondere l’oro nazista in Sudamerica, i due intendono sfruttare le conoscenze di Udo per costruire una propria bomba atomica. Intuendo le proporzioni mondiali di questa minaccia, la CIA e il KGB non possono fare altro che unire le forze, affidando a Solo e Kuryakin il compito di fermare i Vinciguerra e, segretamente, di recuperare un nastro magnetico contenente le ricerche di Udo, anche a costo di uccidere il proprio compagno di squadra.

Ilya, Gaby e Napoleon giungono a Roma, fingendosi rispettivamente una coppia di fidanzati e un commerciante d’arte, conoscendo a una festa i coniugi Vinciguerra e lo zio Rudi. Grazie a uno speciale sviluppo delle foto, Kuryakin scopre che i due hanno avuto a che fare con elementi radioattivi, quali l’uranio impoverito. Insieme a Solo, tenta di infiltrarsi nella sede della compagnia, dove rivengono tracce di uranio, venendo poi scoperto dalle guardie e salvato da morte certa dal compagno.

Il giorno dopo, a villa Vinciguerra, durante un pranzo con Alexander e lo zio Rudi, Gaby inaspettatamente tradisce Ilya e Napoleon, rivelando le loro vere identità e ottenendo in cambio di poter vedere il padre, tenuto prigioniero su un’isola fortificata. L’agente russo riesce a fuggire, ma Solo viene narcotizzato da Victoria e portato in un magazzino, dove viene torturato da Rudi, in realtà un folle e sadico criminale di guerra nazista. Napoleon viene salvato da Kuryakin, che lo rintraccia appena in tempo grazie a una microspia inseritagli – a sua insaputa – nelle scarpe.

Interrogando Rudi, che in seguito morirà fulminato per colpa di un malfunzionamento delle sue macchine di tortura, i due scoprono che la bomba è nascosta sulla stessa isola in cui è tenuto prigioniero il padre di Gaby. Quest’ultima, nel frattempo, tenta di far fuggire il padre e di sabotare la costruzione della bomba, ma viene scoperta da Victoria, che la imprigiona e uccide Udo.

Napoleon e Ilya vengono avvicinati da Waverly, un pezzo grosso dell’MI6, il servizio segreto britannico, che rivela loro che Gaby è in realtà un agente al suo servizio. Grazie a Waverly e ai suoi uomini, i due irrompono nell’isola-fortezza dei Vinciguerra, sgominandone i mercenari che la difendono. Alexander fugge con la testata nucleare, portandosi dietro Gaby come ostaggio, ma viene raggiunto e ucciso da Kuryakin, mentre Napoleon poi recupera il nastro contenente le ricerche di Udo. Tuttavia la testata trasportata da Alexander è solamente uno specchietto per le allodole, trattandosi di una bomba non nucleare.

Napoleon riesce a mettersi in contatto telefonico con Victoria, che, a bordo di un peschereccio assieme alla vera testata, si sta per imbarcare in un sottomarino. Solo riesce a far leva sulla rabbia di Victoria per la morte del marito, facendo durare la chiamata abbastanza a lungo da poterla rintracciare e lanciarle contro il “falso” missile che, programmato per agganciarsi a quello originale, distrugge la testata nucleare e la nave che la trasporta, uccidendo anche Victoria.

La missione è finita e tutti si preparano a tornare alle loro rispettive vite, ma il governo sovietico ordina a Ilya di recuperare il nastro e di uccidere Napoleon, pena la disonorevole fine già subita dal padre, vale a dire l’internamento in Siberia. Tuttavia, colpito da un gesto gentile di Napoleon, che gli restituisce l’orologio del padre (precedentemente rubatogli da uno degli uomini dei Vinciguerra), Ilya rinuncia alla sua missione. I due decidono allora di bruciare il nastro, affinché nessuno ne entri in possesso. Successivamente vengono raggiunti da Waverly, che informa i due e Gaby di averli arruolati in uno speciale corpo di spionaggio indipendente, dando loro una nuova missione e un nuovo nome in codice, ossia U.N.C.L.E.

Regia di Guy Ritchie

Con:  Henry Cavill e Armie Hammer

Fonte: WIKIPEDIA

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994 al 2015 ha collaborato regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero, Il Resto del Carlino, La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Nel 2009 è direttore del quotidiano teramano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Ora direttore della testata giornalistica on line la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *