giovedì, Gennaio 28, 2021
Home > Italia > Dai diritti dei carnefici al silenzio per le vittime

Dai diritti dei carnefici al silenzio per le vittime

mastropietro

I diritti dei carnefici e il silenzio per le Vittime”: se ne parlerà domani pomeriggio, a Padova, con  l’Associazione Vittime Riunite d’Italia che ricorderà Pamela Mastropietro nel secondo anniversario del suo ritrovamento, alla presenza dello zio Avv. Marco Valerio Verni che parlerà anche di mafia Nigeria. 

Domani pomeriggio, a Padova, presso il Museo storico della 3^ Armata, si svolgerà il convegno dal titolo “I Diritti dei Carnefici e i silenzi delle Vittime” alla presenza di numerosi illustri ospiti.

I lavori saranno aperti dalla Padovana Silvia Carpanese, Resp. dei rapporti istituzionali e referente per il Veneto dell’Associazione Vittime Riunite d’Italia che per il secondo anno porta in città un importante momento di confronto e riflessione sul tema del sostegno e tutela per le Vittime. 

Padrone di casa con la Carpanese, il Presidente dell’AVRI Angelo Bertoglio che parlerà delle iniziative legislative in corso per riportare la bilancia della giustizia dalla parte delle Vittime e non solo in favore dei delinquenti e assassini. Ospiti dell’iniziativa l’Assessore regionale alla Pari Opportunità Elena Donazzan, da sempre in prima linea in difesa delle Donne Vittime di violenza. Manuela Marchetti, criminologa, Presidente dell’Associazione Sociologi Italiani dell’Emilia Romagna e molto impegnata negli incontri con gli studenti di tutta Italia. 

Marika Diminutto, Resp. dei rapporti con gli Enti Locali e referente del Friuli Venezia Giulia per l’AVRI, presenterà un importante iniziativa istituzionale che partirà proprio da Padova per essere poi presentata in tutta Italia, in ricordo delle Vittime. Marco Valerio Verni, legale della famiglia Mastropietro e zio di Pamela, proprio a due anni del suo ritrovamento, parlerà di chi era veramente Pamela, racconterà situazioni e verità mai dette di quella triste è assurda vicenda e parlerà anche di mafia Nigeriana.

I lavori saranno aperti dal Generale Amedeo Sperotto, Comandante Comfop nord e dal Ten. Col. Massimo Beccati, Direttore del Museo della 3^ Armata. L’incontro è aperto a tutti.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *