venerdì, Novembre 27, 2020
Home > Sport in Pillole > Fabio Maresca in cattedra per gli Arbitri sambenedettesi

Fabio Maresca in cattedra per gli Arbitri sambenedettesi

arbtri

Mercoledì 5 febbraio 2020 la sezione arbitri di calcio di S. Benedetto del Tronto, per l’occasione trasferitasi nell’Auditorium Tebaldini del Comune di S. Benedetto del Tronto, si è onorata della presenza dell’ospite nazionale, sorteggiato, Fabio Maresca, arbitro della sezione AIA di Napoli classe 1981. Presenti oltre agli Arbitri sambenedettesi, il Sindaco Pasqualino Piunti, l’Assessore allo Sport Pierluigi Tassotti e diversi dirigenti dell’AIA regionale e nazionale. Il fischietto partenopeo ha iniziato la sua carriera nel 1997 a soli 16 anni con una gara di Esordienti.

Attualmente è a disposizione della CAN A (Commissione Arbitri Nazionale) dove ha esordito il 18 maggio 2014 con la gara Lazio-Bologna. Il 17 dicembre 2019 è stato inserito nell’elenco degli arbitri internazionali FIFA. Nel 2016 gli è stato assegnato il Premio Giorgio Bernardi quale miglior arbitro debuttante nella massima serie. E’ entrato nella storia della serie A perché nella prima giornata del campionato 2017-18 è stato il primo arbitro ad assegnare un calcio di rigore con la VAR nella gara vinta 3-0 dalla Juventus sul Cagliari, visionando alla tv l’episodio e cambiando idea sul contatto Alex Sandro-Cop in area bianconera. Dopo il benvenuto e una breve presentazione dell’arbitro ospite, il presidente della locale sezione arbitri Francesco Narcisi ha lasciato la parola al fischietto internazionale che ha animato la riunione tecnica.

Per Fabio alla base di una carriera di successo ci devono essere: la conoscenza del regolamento e la preparazione atletica. Per questo ha svolto una lezione interattiva durante la quale ha proposto alla platea dei video didattici reali, dove lui stesso era il direttore di gara, sulla giusta decisione tecnica e disciplinare da assumere. Al termine il presidente della sezione AIA di San Benedetto ha ringraziato Fabio Maresca per l’interessante serata, sicuramente utile ed istruttiva. Gli ha consegnato un omaggio a ricordo della visita nella sezione sambenedettese. A sua volta l’ospite ha regalato alla sezione una sua maglietta utilizzata in una gara di serie A. Per concludere in amicizia tutti gli intervenuti si sono ritrovati al ristorante Calabresi per degustare un’ottima cena.

Luigi Verdecchia

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *