sabato, Agosto 15, 2020
Home > Sport in Pillole > Sport, Samb: rossoblu a Modena per cercare l’impresa ed invertire il trend negativo delle ultime giornate

Sport, Samb: rossoblu a Modena per cercare l’impresa ed invertire il trend negativo delle ultime giornate

di Marco De Berardinis

Contro i gialloblu Montero non avrà a disposizione il lungodegente Santurro e lo squalificato Di Pasquale. Si giocherà domenica alle h.15:00

Archiviata l’immeritata sconfitta contro la Fermana, i ragazzi di Montero sono ora concentrati sul prossimo avversario e cioè il Modena di mister Mignani, squadra che i rossoblu affronteranno domenica 9 febbraio alle h.15:00 allo stadio Braglia di Modena, gara di campionato valida per la sesta giornata di ritorno.

E’ inutile negarlo, i rossoblu stanno attraversando una crisi da cui non è facile uscire, come dice Montero, crisi di risultati ma non di gioco, soprattutto dopo l’immeritata sconfitta contro la Fermana, gara dominata dai rossoblu ma vinta dai canarini. Il tecnico uruguagio dovrà lavorare sulla testa dei suoi giocatori che dovranno resettare quella immeritata sconfitta ed andare a Modena consapevoli della propria forza, giocando per la vittoria, perché nulla è perduto, il riferimento è alla disputa dei play off.

I rossoblu dovranno senza mezzi termini tornare a casa con un risultato positivo, visto che i canarini nelle ultime 5 gare hanno ottenuto 1 vittoria, 2 pareggi e 2 sconfitte, mentre sono reduci dalla sconfitta di Salò per 2-1, dunque un incontro non certo proibitivo.

I gialloblu dopo il cambio della guida tecnica, avvenuto lo scorso 25 novembre all’indomani della sconfitta di Cesena, da Zironelli sono passati a Mignani, hanno avuto quel cambio di passo che la società si aspettava, tant’è che attualmente sono all’ottavo posto in classifica con 34 punti, uno in più dei rossoblu, frutto di 9 vittorie, 7 pareggi e 8 sconfitte con 27 reti fatte e 23 subite. Per rinforzare la rosa, nell’ultimo mercato di riparazione hanno fatto due acquisti, sono arrivati il difensore francese Giron e il centrocampista Muroni.

Tornando ai rossoblu, contro il Modena la squadra dovrà cambiare marcia rispetto alle quattro precedenti gare in cui ha raccolto soltanto due punti. Il tecnico Montero contro i canarini non avrà a disposizione lo squalificato Di Pasquale e il lungodegente Santurro, per il resto sono tutti disponibili. In difesa al posto di Di Pasquale giocherà Miceli, a centrocampo sarà essere confermato il terzetto composto da Rocchi, Angiulli e Frediani, mentre in attacco, Di Massimo prenderà prendere il posto di Volpicelli.

Per quanto riguarda i precedenti fra le due squadre al Braglia (tra campionati di serie B e serie C), il bilancio è a favore degli emiliani con 6 vittorie, 5 pareggi e 2 vittorie dei rossoblu. All’andata la gara terminò 1-1 con reti di Di Massimo e pari di Rossetti.

Contro i gialloblu il tecnico uruguagio dovrebbe confermare lo stesso modulo visto contro la Fermana (4-3-3) ma con interpreti diversi; questo dunque l’undici che dovrebbe schierare al Braglia: Massolo tra i pali, la linea difensiva a quattro sarà composta da destra a sinistra da capitan Rapisarda, Miceli, Biondi e Gemignai; Angiulli sarà il play maker davanti alla difesa con ai lati Rocchi a destra e Frediani a sinistra, le tre punte saranno Orlando a destra, Cernigoi al centro e Di Massimo a sinistra.

Dall’altra parte il tecnico degli emiliani Mignani dovrebbe confermare il 4-3-1-2 visto controla Feralpisalò, mentre per quanto riguarda gli uomini, dovrebbe essere questo l’undici che incrocerà i tacchetti contro i rossoblu:  Pacini tra i pali, Mattioli, Ingegneri, Zaro e Varutti i quatto difensori, Davì, Rabiu e Muroni i tre incursori di centrocampo, Tulissi il rifinitore davanti alle due punte Ferrario e Spagnoli.

L’arbitro dell’incontro sarà il signor Michele di Cairano di Ariano Irpino. Il fischio d’inizio è fissato per le h.15:00 di domenica 9 febbraio. Sono previsti circa duecento supporter rossoblu al seguito della squadra.

Per concludere, queste alcune dichiarazioni di mister Montero alla vigilia del match: “Nonostante i numeri parlino chiaro, la squadra è in salute perché crea palle gol ed è sempre nella metà campo avversaria, quindi se mi si dice che la squadra non è il salute non sono d’accordo, ma se mi si dice che siamo in crisi di risultato non posso dire nulla perché nel calcio sono i risultati che comandano”.

Allora da dove nasce il momento no dei rossoblu? “Nessuno ci ha messi sotto, ai ragazzi non posso rimproverare nulla dal punto di vista della prestazione, quello che dobbiamo migliorare è la fase di realizzazione e dobbiamo metterci che in questo momento gli avversari appena tirano ci fanno gol”.

Una chiave di lettura di certi risultati negativi dei rossoblu, però, può essere la scarsa attitudine del mister a chiudersi nei momenti di difficoltà e a scendere a compromessi rispetto ai principi di aggressività e di possesso palla che ha dato ai rossoblu: “Preferisco stare senza lavoro piuttosto che venire a patti con i miei principi, io il calcio lo vedo così, non mi chiudo dietro. Io penso però che con questo atteggiamento alla lunga sono più le partite che si vincono piuttosto che quelle che si perdono”.

“Abbiamo bisogno di risultati, è’ uno scontro diretto anche se stiamo lottando per l’ottavo e nono posto, penso sia anche il loro obiettivo anche se io credo che la vera differenza la faccia posizionarsi dal sesto posto in su. Spero che sarà una partita aperta, che loro se la giochino a viso aperto. A Modena potremo trovare un buon campo e a noi giocare con brutti campi non ci fa bene per le caratteristiche che abbiamo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com