mercoledì, Febbraio 24, 2021
Home > Anticipazioni TV > Anticipazioni per “Inferno nei mari” del 21 febbraio alle 21.10 su RAI STORIA: resa dei conti nell’Atlantico

Anticipazioni per “Inferno nei mari” del 21 febbraio alle 21.10 su RAI STORIA: resa dei conti nell’Atlantico

inferno nei mari 21 febbraio

Anticipazioni per “Inferno nei mari” del 21 febbraio alle 21.10 su RAI STORIA: resa dei conti nell’Atlantico

Collage-BattagliaAtlantico.jpg

La “tattica del branco di lupi” fu resa famosa dall’ammiraglio Karl Donitz, la mente dei sottomarini di Hitler. La sua strategia: inviare squadre di U-boot contro i convogli di navi dirette dal Canada alla Gran Bretagna, tagliare le linee di vita marittime e far morire di fame il nemico.

Lo racconta il quarto appuntamento con la serie  in prima visione “Inferno nei mari”, in onda venerdì 7 febbraio alle 21.10 su Rai Storia. All’alba della seconda guerra mondiale, uno dei comandanti di U-boot agli ordini di Hitler, Otto Kretschmer ha già affondato decine di imbarcazioni. Nel luglio del 1940, l’U-99 tedesco affonda una nave mercantile nelle acque a sud dell’Irlanda, e i britannici passano alla controffensiva. L’equipaggio dell’U-99 si immerge per sfuggire. Otto Kretschmer e il suo equipaggio affrontano una raffica di bombe che mettono alla prova i loro spiriti e il loro sottomarino. L’U-99 sopravvive all’assalto e il suo coraggioso comandante costruirà su di sé la reputazione di audace tattico, finché un fatidico errore metterà a rischio la missione. “Inferno nei mari è la serie evento basata sul gioco invisibile della guerra dei mari, che ripercorre tutti gli eventi drammatici e le battaglie delle squadre sottomarine della Seconda guerra mondiale. Dall’affermazione della caccia in branco da parte degli U-boot (i “Wolfpack”) alle azioni che contribuirono al successo americano nel Pacifico, una storia di tattica e tecnologia e degli equipaggi che resero un incubo costante la vita dei marinai delle flotte di superficie. Le analisi degli esperti e i filmati di repertorio sono intrecciati con rievocazioni basate sulla narrazione che mettono i personaggi al centro dell’azione.

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *