mercoledì, 1 Aprile, 2020
Home > Anticipazioni TV > Il film d’animazione stasera in TV: “KUNG FU PANDA” sabato 29 febbraio 2020

Il film d’animazione stasera in TV: “KUNG FU PANDA” sabato 29 febbraio 2020

FILM kung fu panda

Il film d’animazione stasera in TV: “KUNG FU PANDA” sabato 29 febbraio 2020 alle 21:20 su ITALIA 1

KungFuPanda.png

Kung Fu Panda è un film d’azione del 2008, diretto da Mark Osborne e John Stevenson e prodotto dalla DreamWorks Animation, che racconta le vicende di un panda gigante intento a imparare le arti marziali. Il film è stato presentato fuori concorso al Festival di Cannes 2008. Il film è il primo della serie cinematografica Kung Fu Panda.

«La leggenda narra di un guerriero leggendario la cui abilità nel kung fu era materia di leggenda.»
(Introduzione del film, il Narratore)

Po è un pigro e imbranato panda che lavora come cameriere presso il chiosco di spaghetti del padre adottivo, Ping. Il padre vorrebbe che Po prendesse il suo posto continuando la tradizione di famiglia di esperti spaghettinari, ma Po sogna di diventare un esperto di kung fu.

Un giorno il saggio Oogway, il maestro più onorevole e forte della Cina, chiama a raccolta l’intero villaggio poiché ha deciso di nominare il Guerriero Dragone, cioè il più grande maestro di kung fu. Per una serie di fortunate (o sfortunate) coincidenze, Po riesce a entrare nel tempio dove si stava svolgendo la cerimonia e viene proclamato Guerriero Dragone tra lo stupore generale.

Nel frattempo, il malvagio guerriero Tai Lung, ex allievo di Shifu, un grande maestro e allievo di Oogway, evade dalla prigione in cui era stato rinchiuso tempo prima per ottenere la Pergamena del Drago, in grado di donare incredibili poteri a chiunque la legga. Dopo il fallimento dei Cinque Cicloni, la squadra di kung fu più famosa del villaggio, Po rimane la sola speranza rimasta a fermare Tai Lung e la sua follia distruttiva.

Inizialmente Po non riesce a combinare granché, soprattutto per la sua goffaggine e inesperienza. Disprezzato da Shifu e dai Cinque Cicloni, che tentano in tutti i modi di farlo desistere, Po trova nelle parole di Oogway il coraggio di proseguire. Subito Shifu lo fa combattere contro i Cinque, che lo sconfiggono sempre con molta facilità. Nonostante tutto però il panda non molla, ma quando viene a sapere che Tai Lung sta tornando per prendersi la Pergamena (e che doveva essere Po ad affrontarlo) decide di fuggire, ma Shifu glielo vieta: ha preso una decisione e deve mantenerla.

Nel frattempo il vecchio maestro Oogway muore a causa dell’avanzata età, facendosi però promettere da Shifu che crederà in Po e lo aiuterà a realizzarsi.

Col passare del tempo Shifu riesce ad accettare Po come allievo e grazie a un astuto stratagemma (proibisce a Po di mangiare finché non sarà addestrato), riesce a farlo diventare un abile guerriero. Ma nel momento in cui dovrebbe prendere la pergamena per diventare il Guerriero Dragone, Po, così come Shifu e i Cinque Cicloni, scoprono a malincuore che la pergamena è in bianco. Shifu, credendo che sia tutto finito, decide di rimanere da solo a combattere Tai Lung per dare il tempo agli allievi di mettere in salvo gli abitanti del villaggio.

Mentre si allontana col padre, Po comprende che il vero potere non viene dalla pergamena, ma dalla persona stessa che dimostra di meritarla, e così, riconquistata la fiducia in se stesso, torna al tempio per affrontare Tai Lung, arrivando appena in tempo per salvare Shifu.

Dopo un lungo inseguimento reciproco, Tai Lung riesce a prendere la pergamena. Una volta constatato che il potere della pergamena è inesistente, Tai Lung si infuria e colpisce più volte Po ai nervi con una delle sue tecniche, ma l’unica cosa che ottiene è farlo ridere. A causa della sua obesità, infatti, Po esce indenne da tutti i colpi di Tai Lung, e dopo un po’ riesce addirittura a capire come respingerli. Alla fine Po sconfigge Tai Lung con la mossa segreta del dito Wuxi, che ha imparato da solo, mandando il suo avversario nel Regno degli Spiriti.

Tornato al tempio, trova Shifu privo di forze che sembra stia per morire di fronte a lui. In realtà era stanco e voleva solo riposarsi un po’. Capendo che Shifu sta bene, Po decide di sdraiarsi accanto a lui, continuando però a fargli stupide domande.

Dopo i titoli di coda è presente una scena aggiuntiva. Po e Shifu stanno mangiando e dietro di loro vi è una piantina di pesco nata dal seme di Oogway: la profezia del maestro si è avverata, essa è il frutto della fiducia di Shifu che ha creduto nel suo allievo e Po sconfiggendo Tai Lung ha ridonato la pace al suo maestro.

Personaggi

  • Po: protagonista del film, è il panda gigante figlio adottivo di uno spaghettinaro. È destinato a seguire il padre nella conduzione del ristorante di famiglia, ma ha una passione per il kung fu e per gli eroi di quest’arte del combattimento. Inaspettatamente riesce a coronare il suo sogno grazie alle sue doti particolari. Si presenta subito come un personaggio piuttosto maldestro e impacciato, ma ha un carattere dolce, simpatico, eroico e coraggioso.
  • Shifu: è un panda minore noto come uno dei più famosi maestri di kung fu di tutta la Cina. Fu lui a trovare Tai Lung quando era un neonato. Shifu lo crebbe come suo figlio e quando il cucciolo mostrò talento nel kung fu decise di allenarlo per farne il guerriero dragone. Tai Lung aveva però un lato oscuro e Shifu gli era troppo affezionato per accorgersene, motivo per cui è ora tormentato dai sensi di colpa. Alla fine, in seguito alla sconfitta di Tai Lung da parte del suo nuovo allievo Po, ritrova la pace interiore. Sebbene Shifu si dimostri spesso duro e severo, in realtà tiene molto ai suoi allievi.
  • Tigre: è una tigre, fredda, forte e coraggiosa, perfetto esempio di guerriero, che inizialmente non crede nelle capacità di Po, mentre alla fine, dopo la sconfitta di Tai Lung ad opera del panda, gli riconosce le sue doti e lo rispetta come maestro del kung fu. Il suo stile di combattimento è abbastanza simile allo huquan e inizialmente è la favorita per la conquista della Pergamena del Drago, grazie alla sua preparazione da combattente perfetta.
  • Scimmia: è un presbite dorato, ed è il più avvicinabile dei cinque guerrieri. Combatte secondo lo stile houquan, noto infatti come “pugilato della scimmia“, ed è l’unico ad utilizzare uno strumento, un bastone. La sua agilità gli consente, inoltre, di spiccare micidiali balzi. Di notte passa il suo tempo a meditare reggendosi sulla sua coda.
  • Vipera: è una vipera, sensuale e precisa guerriera dall’enorme fascino che per combattere intrappola l’avversario stringendolo e costringendolo a colpirsi da solo o con rapidi movimenti simili a frustate. Nasconde un carattere dolce e civettuolo. È nata senza denti veleniferi e porta sempre due fiori in testa.
  • Gru: è una gru che preferisce affrontare le situazioni senza combattere, anche grazie alla sua mente fredda. Il suo stile di combattimento non rispecchia quello dello hequan, noto come il pugilato della Gru perché i produttori decisero che sarebbe stato troppo violento far combattere Gru con il becco quindi preferirono fargli sviare i movimenti dell’avversario con ampi movimenti delle ali.
  • Mantide: è una mantide religiosa che, seppur piccola e veloce, dimostra una forza sorprendente che lo rende capace anche di sostenere un intero ponte con tanto di combattenti al di sopra di esso, dotato di un gran senso dell’umorismo ed esperto di agopuntura, ma non sopporta quando qualcuno gli ricorda la sua dimensione.
  • Oogway: è una tartaruga maestro di Shifu. Saggio in tutte le sue decisioni, prevede la venuta del nuovo Guerriero Dragone e il ritorno di Tai Lung.
  • Tai Lung: antagonista principale del film, è un leopardo delle nevi trovato da Shifu quando era neonato e allevato come figlio suo. Dimostrò presto un enorme talento nel kung fu e veniva considerato il leggendario guerriero dragone degno di ricevere la Pergamena del Drago. Il maestro Oogway però si accorse della malvagità di Tai Lung, che voleva il potere della pergamena solo per se stesso, e gliela negò. Infuriato verso Oogway e Shifu, Tai Lung scatenò la sua rabbia, distrusse la valle e tentò di prendere la Pergamena del Drago con la forza, ma fu fermato da Oogway. Fuggito di prigione, verrà definitivamente sconfitto da Po.
  • Mr. Ping: l’oca cignoide padre adottivo di Po. Il carattere ingenuo e gentile lo raffigurano come il perfetto spaghettinaro cinese. Avrà un ruolo fondamentale alla fine del film.
  • Comandante Vachir: è il rinoceronte di Giava custode della prigione in cui è stato rinchiuso Tai Lung. Cerca di impedirgli l’evasione nella sua fuga, ma senza successo a causa di un’esplosione. Non è noto se muore o se sopravvive.
  • Zeng: è la fedele oca messaggero di Shifu. Lo informerà dell’evasione di prigione di Tai Lung.

Regia di  Mark Osborne e John Stevenson

Fonte: WIKIPEDIA

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994 al 2015 ha collaborato regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero, Il Resto del Carlino, La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Nel 2009 è direttore del quotidiano teramano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Ora direttore della testata giornalistica on line la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *