domenica, Gennaio 17, 2021
Home > Anticipazioni TV > Anticipazioni per “PASSATO e PRESENTE” del 3 marzo alle 13.15 su RAI 3: la guerra d’Algeria

Anticipazioni per “PASSATO e PRESENTE” del 3 marzo alle 13.15 su RAI 3: la guerra d’Algeria

passato e presente

Anticipazioni per “PASSATO e PRESENTE” del 3 marzo alle 13.15 su RAI 3: la guerra d’Algeria

Risultato immagini per la guerra d'algeria

L’Algeria è una colonia francese dal 1830 quando, il primo novembre 1954, una serie di attacchi in tutto il Paese da parte del Fronte di Liberazione Nazionale dà inizio alla più sanguinosa guerra di liberazione del continente africano. Diventerà la “Guerra d’Algeria”, raccontata dalla professoressa Leila El Houssi e da Paolo Mieli a “Passato e presente”, il programma di Rai Cultura in onda martedì 3 marzo alle 13.15 su Rai3 e alle 20.30 su Rai Storia. 
L’esercito francese tenta di reprimere con durezza la ribellione, ma ha difficoltà a contrastare la guerriglia della resistenza algerina. Anche i coloni francesi, un decimo della popolazione totale, si arma e combatte contro gli indipendentisti. La debolezza dei governi francesi fa precipitare la situazione e il primo giugno 1958 Charles de Gaulle, ritiratosi dalla politica dodici anni prima, torna in campo e viene nominato primo ministro. Ad Algeri, intanto, un gruppo di generali golpisti ha preso il potere con un colpo di stato e minaccia la stessa integrità delle istituzioni francesi. De Gaulle inizia una politica di dialogo, mentre in Francia cresce un movimento di opinione a favore della pace e dell’indipendenza algerina. Sul fronte opposto le destre si radicalizzano e nasce l’Oas, organizzazione terroristica che compie attentati in Algeria e in Francia. Nel maggio 1961 si aprono a Evian i negoziati tra la Francia e il governo provvisorio algerino. Un anno dopo viene firmato il cessate il fuoco e il primo luglio 1962 in Algeria si vota per il referendum che sancisce l’indipendenza.   



Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *