mercoledì, Ottobre 20, 2021
Home > Marche > San Benedetto, ruba uno zaino ma viene identificato: denunciato

San Benedetto, ruba uno zaino ma viene identificato: denunciato

pescara

Le Volanti della Questura di Ascoli Piceno e del Commissariato di San Benedetto del Tronto hanno intensificato negli ultimi giorni l’attività di prevenzione, al fine di presidiare il territorio della provincia e rispondere prontamente alle richieste di aiuto dei cittadini. Il dispositivo è stato messo in campo su input del Dipartimento della Pubblica Sicurezza e pianificato nei dettagli dal nuovo Questore, che ha coinvolto nell’attività anche la Polizia Stradale e la Polizia Ferroviaria, in modo da tenere sotto osservazione gli snodi strategici per la provincia ascolana e, così, monitorare gli spostamenti di coloro che si muovono sia in auto che con il treno.

Il piano sta dando i frutti auspicati, tant’è che nel fine settimana un uomo che si era appropriato di uno zaino è stato fermato a San Benedetto del Tronto, mentre ad Ascoli è stato sventato un furto dentro uno stabile. Ma procediamo con ordine.

A San Benedetto, lo scorso sabato, una pattuglia della Polizia di Stato con a bordo il Vicario del Questore, che nel tardo pomeriggio stava testando l’efficacia del dispositivo operativo, è stata chiamata da un cittadino che aveva subito il furto del proprio zaino, lasciato il giorno prima nell’abitacolo della sua auto. L’uomo ha indicato ai poliziotti una persona, da lui fermata, che aveva con sé proprio quello zaino. Ne è nato un parapiglia subito sedato dagli investigatori, che poi hanno restituito lo zaino al proprietario con gli effetti personali sottratti, tranne il danaro. L’autore del furto, un 37enne nordafricano, è stato condotto al Commissariato e denunciato per il suo misfatto all’autorità giudiziaria. Il Questore ha dato incarico alla Divisione Anticrimine e all’Ufficio Stranieri di avviare nei confronti del malvivente l’iter per allontanarlo dal territorio della provincia picena.

Ad Ascoli, in uno stabile di via Mari, domenica sera due pattuglia della Squadra Volanti sono dovute intervenire per la segnalazione di un tentativo di furto. Un 39enne che abita lì aveva poco prima sentito dei rumori sul pianerottolo di casa e, sbirciando dallo spioncino, ha notato un uomo dal volto travisato, con in testa un cappellino bianco e sul viso una mascherina verde, mentre stava sbirciando i nomi sui vari campanelli. A quel punto è partita la telefonata al 113 e, a causa del trambusto, l’uomo si è sentito scoperto ed è scappato. Le Volanti della Polizia di Stato hanno setacciato la zona dove non girava nessuno, ma del fuggitivo niente.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net