giovedì, 9 Aprile, 2020
Home > Lazio > Coronavirus, la vittima più giovane del Lazio: si è spento allo Spallanzani il 33enne montenegrino

Coronavirus, la vittima più giovane del Lazio: si è spento allo Spallanzani il 33enne montenegrino

pazienti

È deceduto nella notte tra il 24 e 25 marzo, il 33enne originario di Montenegro, che positivo al Coronavirus è stato ricoverato l’11marzo scorso all’Ospedale Spallanzani di Roma.

Al momento, l’uomo è la vittima più giovane del Lazio.

A darne la notizia è la Regione, durante l’esposizione del bollettino di ieri, sottolineando che il 33enne sarà sottoposto ad un esame autoptico per chiarire le cause della morte.

L’uomo viveva nel quartiere del Quarticciolo ed era solito frequentare la baraccopoli di via Salviati, luogo in cui nei giorni scorsi è stata soccorsa una donna dai sanitari del 118 e trasportata allo Spallanzani, dove stata sottoposta al tampone naso – faringeo per stabilire se fosse positiva al Covid-19.

Infine, ad essere sottoposto ad autopsia sarà anche Emanuele, il 35 enne originario di Cava deceduto la scorsa domenica all’ospedale di Tor Vergata.

Elisa Cinquepalmi

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994 al 2015 ha collaborato regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero, Il Resto del Carlino, La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Nel 2009 è direttore del quotidiano teramano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Ora direttore della testata giornalistica on line la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *