domenica, Ottobre 17, 2021
Home > Marche > Il mondo del giornalismo in lutto: addio a Gianni Rossetti

Il mondo del giornalismo in lutto: addio a Gianni Rossetti

gianni rossetti

E’ morto lunedì nella sua casa di Jesi per un malore improvviso Giannetto Sabbatini Rossetti, per tutti Gianni, ex presidente dell’Ordine dei giornalisti delle Marche, che aveva guidato per oltre 20 anni. Aveva 74 anni, lascia moglie e tre figli. Aveva lavorato presso le principali testate della regione, in particolare al Resto del Carlino e infine per molti anni alla Rai, dove aveva animato in particolare il Tg regionale itinerante nelle varie località delle Marche. E’ stato tra i fondatori e direttore dell’Ifg di Urbino. In un messaggio il presidente dell’Odg nazionale Carlo Verna e quello regionale Franco Elisei esprimono prondondo cordoglio.

“Profondo cordoglio – scrivono – nel mondo del giornalismo per la scomparsa di Gianni Rossetti, colpito da infarto nella sua casa di Jesi a 74 anni. Rossetti è stato da sempre protagonista dell’Ordine dei giornalisti delle Marche, fin dalla sua nascita, nel 1986, quando si è staccato dall’Emilia-Romagna: subito segretario e poi per oltre vent’anni presidente, un incarico interrotto solo da una parentesi come consigliere nazionale. Gianni Rossetti era l’Ordine e l’Ordine nelle Marche era Gianni. Si è battuto per difenderne autorevolezza e importanza. Ha lasciato la presidenza solo per assumere la direzione della Scuola di Giornalismo di Urbino che ha fortemente voluto, fondato e sostenuto dal 2011 fino al 2017.
Infaticabile, tenace e creativo, ha iniziato la sua carriera professionale al Corriere Adriatico per poi passare al Resto del Carlino e alla Rai, Tgr Marche. Come presidente è stato promotore di innumerevoli iniziative per la categoria dei giornalisti.

E’ stato anche fiduciario per la Casagit. E ha guidato l’Ordine in anni difficili, è riuscito a dargli una sede di proprietà, unico allora in Italia. Con la sua forte determinazione e quella dei consigli che lo hanno sostenuto, è riuscito a superare ogni ostacolo, soprattutto di natura economica. Ha coinvolto tutte le scuole delle Marche nell’iniziativa “Il Giornale delle scuole” che anche quest’anno seguiva personalmente. Ha realizzato “Le Voci delle Marche”, un volume che per la prima volta raccoglieva tutte le testate della regione. Si è dedicato ai giovani, insegnando per anni giornalismo all’Università di Urbino.

Un collega pieno di interessi, poliedrico, a cavallo della storia del giornalismo: ha visto la trasformazione dell’informazione, dal piombo al web, dalla televisione al multimediale. E’ con profondo dolore che i Consigli di ieri e di oggi hanno appreso la notizia della sua scomparsa. Ed è con profonda gratitudine per la sua straordinaria volontà di trasmettere momenti di esperienza e saggezza, che vogliamo ricordarlo. E quando lasceremo alle spalle questo momento cosi drammaticamente segnato dall’epidemia sanitaria, l’Ordine delle Marche con la partecipazione anche dell’Ordine nazionale, sarà promotore di un evento pubblico per salutarlo con un grande e caloroso abbraccio.

Carlo Verna presidente dell’Ordine nazionale dei giornalisti
Franco Elisei presidente dell’Ordine dei giornalisti delle Marche Il Consiglio e i consiglieri nazionali”

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net