sabato, Ottobre 16, 2021
Home > Anticipazioni TV > Il film di fantascienza stasera in TV: “Star Trek VI – Rotta verso l’ignoto” sabato 4 aprile 2020

Il film di fantascienza stasera in TV: “Star Trek VI – Rotta verso l’ignoto” sabato 4 aprile 2020

film star trek vi

Il film di fantascienza stasera in TV: “Star Trek VI – Rotta verso l’ignoto” sabato 4 aprile 2020 alle 21.30 su SPIKE (Canale 49)

Rottaversolignoto.png

Rotta verso l’ignoto (Star Trek VI: The Undiscovered Country) è un film di fantascienza del 1991 per la regia di Nicholas Meyer, con William Shatner, Leonard Nimoy e DeForest Kelley sesto film della serie cinematografica di Star Trek e l’ultimo con il cast originale al completo (che con il film successivo Generazioni lascia il testimone al cast della serie Star Trek: The Next Generation).

Per l’home video il film è stato distribuito col titolo Star Trek VI – Rotta verso l’ignoto.

La nave stellare USS Excelsior, comandata da Hikaru Sulu, viene coinvolta nell’improvvisa esplosione della luna Praxis, una preziosa fonte di energia dell’Impero Klingon. La distruzione di Praxis danneggia l’ozonosfera di Qo’noS, il pianeta nativo dei Klingon, i quali decidono di accordare la pace con la Flotta Stellare per farsi aiutare di fronte alla crisi.

La Federazione dei Pianeti Uniti accetta l’appello e invia l’equipaggio della nuova USS Enterprise per incontrarsi con il cancelliere dei Klingon, Gorkon, e scortarlo sulla Terra per negoziare la pace. Il capitano dell’EnterpriseJames T. Kirk, trova l’incarico difficile per via del profondo rancore che prova verso i Klingon, i quali hanno ucciso suo figlio, David. Una sera, dopo una difficile cena tra le due fazioni, l’Enterprise apre inaspettatamente fuoco contro il vascello Klingon, disabilitando la gravità all’interno. Nella confusione, due misteriosi individui nascosti in tute spaziali della Flotta e dotati di scarponi magnetici per camminare si teletrasportano nella nave dei Klingon e assassinano Gorkon.

Kirk e il dottor Leonard McCoy giungono sulla nave di Gorkon e tentano di soccorrerlo, ma il Klingon muore nonostante gli sforzi del medico di bordo. Il perfido vice di Gorkon, il generale Chang, arresta Kirk e McCoy incolpandoli dell’assassinio. I due vengono in seguito processati dal consiglio Klingon e condannati all’ergastolo da scontare sulla colonia penale di Rura Penthe. Azetbur, la figlia di Gorkon, diventa il nuovo cancelliere e sceglie di continuare i negoziati per la pace, che saranno tenuti in un luogo segreto. Il Presidente della Federazione reputa l’arresto di Kirk e McCoy ingiusto, ma Azetbur sostiene che la loro condanna serve per ripagare la morte di suo padre e in caso qualcuno violi la legge intervenendo per liberarli, dichiarerà guerra.

Su Rura Penthe, Kirk e McCoy incontrano Martia, un’aliena mutaforma che li aiuta ad evadere, ma poi Kirk scopre che in realtà lei intende ucciderli facendo sembrare le loro morti accidentali. Le guardie Klingon li raggiungono e uccidono Martia. Kirk domanda alle guardie chi è che li vuole morti e prima che il Klingon riveli le identità dei cospiratori, Kirk e McCoy vengono teletrasportati sull’Enterprise, che ora è al comando di Spock, il quale ha condotto un’indagine durante la loro assenza per scoprire chi è che li ha incastrati. Gli assassini di Gorkon vengono trovati morti, ma con una mossa astuta Kirk e Spock riescono lo stesso a far venire allo scoperto il colpevole, che si rivela essere la tenente vulcaniana Valeris.

Spock esegue il tocco telepatico vulcaniano su Valeris e scopre che il gruppo di cospiratori che vogliono la grande guerra perché temono i cambiamenti (il titolare “ignoto”) è composto sia dall’Impero Klingon che da membri della Federazione e della Flotta Stellare stessa, tra questi il generale klingon Chang, l’ambasciatore romulano Nanclus e l’ammiraglio Donald Cartwright. L’Enterprise si reca di fretta sul pianeta Khitomer, dove avrà luogo la nuova conferenza per la pace, ma viene attaccata da Chang, al comando di uno Sparviero Klingon capace di rendersi invisibile. Tuttavia interviene Sulu con la sua Excelsior e unendo le forze con l’Enterprise distrugge la nave nemica provocando la morte di Chang.

Gli equipaggi di entrambe le navi si teletrasportano su Khitomer e arrestano Cartwright e Nanclus mentre Scotty uccide il cecchino Klingon che doveva assassinare il Presidente durante la conferenza[6]. Azetbur, riconoscente, decide di proseguire per i trattati della pace dicendo a Kirk che ha confermato le speranze di suo padre, mentre lui le dice che ha confermato quelle di suo figlio. Nel finale, l’equipaggio dell’Enterprise riceve l’ordine di tornare alla base per decommissionare la nave, ma Kirk, appoggiato dai suoi compagni, sceglie di “allungare” il viaggio di ritorno.

«Giornale di bordo, data stellare 9529.1: Questa è l’ultima crociera dell’Enterprise sotto il mio comando. Questa nave e la sua storia tra breve saranno consegnate ad un nuovo equipaggio. A loro e ai loro discendenti, noi affidiamo il nostro futuro. Essi continueranno il viaggio attraverso spazi ancora inesplorati, spingendosi con coraggio dove nessun uomo, dove nessuno, è mai stato prima.»
(James T. Kirk)

Regia di Nicholas Meyer

Con: William Shatner, Leonard Nimoy e DeForest Kelley

Fonte: WIKIPEDIA