lunedì, Ottobre 19, 2020
Home > Anticipazioni TV > Anticipazioni per “Paesi che vai…” del 5 aprile alle 9.40 su RAI 1: a Urbino , sulle tracce di Raffaello Sanzio

Anticipazioni per “Paesi che vai…” del 5 aprile alle 9.40 su RAI 1: a Urbino , sulle tracce di Raffaello Sanzio

Urbino e Raffaello Sanzio

Anticipazioni per “Paesi che vai…” del 5 aprile alle 9.40 su RAI 1: a Urbino , sulle tracce di Raffaello Sanzio

Centro storico di Urbino | Wiki

Incastonata nelle colline marchigiane, in epoca romana nacque Urvinum Metaurense, che successivamente prese il nome di Urbino e nel 1400 raggiunse il periodo di massimo splendore, grazie alla decisione del Duca Federico da Montefeltro che la pensò come “città ideale del Rinascimento”. Domenica 5 aprile, alle 9.40 su Rai1, “Paesi che vai”, condotto da Livio Leonardi, mostrerà lo splendore di questa città, seguendo le tracce di Raffaello, che vide la luce proprio a Urbino, nella notte di venerdì santo del 1483. La trasmissione ripercorrera’ la vita di Raffaello, partendo dalla casa natale e proseguendo dentro le mura di Palazzo Ducale. 
Le telecamere di “Paesi che vai” si sposteranno poi a Roma, che nel 1508 accolse il pittore e lo condusse alla sua consacrazione assoluta, per un viaggio tra i capolavori di Raffaello come la “Stanza detta Segnatura”, la “Stanza di Etiodoro” e la “Stanza dell’Incendio di Borgo” in Vaticano. Ma non solo: si vedranno gli affreschi della “Loggia di Gaiatea” e della “Loggia di Amore e Psiche”, presso Villa Farnesina, e il celebre ritratto de “La fornarina”, conservato a Palazzo Barberini. Suo è anche il progetto della Cappella Chigi all’interno della Chiesa di Santa Maria del popolo, e di Villa Madama, commissionata a Raffaello da Papa Leone X.  A 500 anni dalla sua morte, “Paesi che vai” entrerà nel Pantheon di Roma, dove è sepolto. 
Sempre nella “città eterna”, si andrà anche alla scoperta dei luoghi che hanno fatto da set ad alcuni dei film più celebri del panorama cinematografico italiano e internazionale, e si entrerà in un luogo magico ed unico al mondo ribattezzato “Fabbrica dei sogni”. Infine ci si immergerà nelle bellezze di un famoso arcipelago, le sei splendide Isole Ponziane, a poche decine di km dalla costa laziale.

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *