mercoledì, Ottobre 20, 2021
Home > Anticipazioni TV > Anticipazioni per Rai Cultura nel pomeriggio del 10 aprile 2020: #lascuolanonsiferma

Anticipazioni per Rai Cultura nel pomeriggio del 10 aprile 2020: #lascuolanonsiferma

rai cultura del 14 aprile

La storia del mondo e il Re Lear di Sandro Bolchi

Risultato immagini per rai cultura logo
Il Medioevo dei grandi santi e quello “teatrale” di Re Lear, ma anche le parole che hanno fatto la storia e quelle dell’opera lirica: tappe del viaggio che Rai Cultura propone anche nel pomeriggio di venerdì 10 marzo su Rai Storia (canale 54) e Rai5 (canale 23), nell’ambito di #lascuolanonsiferma. Su Rai Storia si comincia alle 15.00 con il ritratto di due santi gemelli San Benedetto e Santa Scolastica da Norcia, dei quali “Uomini della penitenza” ricostruisce vita e opere.
Alle 15.30 il professor Alessandro Barbero in “Storia del Mondo” racconta la nascita del capitalismo europeo, con la colonizzazione del Nuovo Mondo. Alle 16.30 una nuova pagina sulla Prima Guerra Mondiale: “04.11.1918 Fine” rievoca il 4 novembre, il giorno della fine della Grande Guerra per l’Italia, dopo 42 mesi.
Storia più recente in primo piano alle 17.30 con Aldo Cazzullo che in “I grandi discorsi della storia” rilegge le parole dei Presidenti della Repubblica Italiana: dal messaggio di fine anno di Carlo Azeglio Ciampi dopo la strage di Nassiriya, nel 2003, al celebre discorso a reti unificate “Io non ci sto!” di Oscar Luigi Scalfaro.
L’offerta di Rai Storia si conclude alle 18.30 con un altro personaggio della galleria di “Passato e Presente”, l’imperatore Claudio. Una figura che Paolo Mieli analizza con il professor Umberto Roberto.
Su Rai5, invece, si conclude alle 15.45 con “Re Lear” – adattato per la tv da Sandro Bolchi nel 1960 – il ciclo teatrale dedicato a Shakespeare. La celebre tragedia sull’amore filiale racconta la vicenda del sovrano di Britannia, che deciso a dividere il regno tra le sue tre figlie, disereda l’ultima nata, Cordelia, rea di non manifestargli abbastanza il suo affetto. Protagonisti dello spettacolo, sono Salvo Randone, Anna Miserocchi, Nando Gazzolo, Raoul Grassilli, Fosco Giacchetti.
Alle 19.15, infine, va in scena la “comédie lyrique” di Jules Massenet “Thaïs”, tratta dall’omonimo romanzo di Anatole France e rappresentata per la prima volta all’Opéra di Parigi il 16 marzo 1894. L’allestimento proposto è quello andato in scena al Teatro Regio di Torino nel 2008 con la direzione musicale di Gianandrea Noseda e la regia di Stefano Poda.