venerdì, Febbraio 26, 2021
Home > Abruzzo > Abruzzo: matrimoni rinviati, settore in crisi

Abruzzo: matrimoni rinviati, settore in crisi

abruzzo: matrimoni rinviati

Organizzatori matrimoniali abruzzesi in difficoltà, e inoltre l’anno prossimo le nozze saranno spesso infrasettimanali

File:Matrimonio religioso.jpg - Wikipedia

La chiusura delle attività imposta su tutto il territorio nazionale dal governo per contenere la pandemia di Coronavirus in atto ha impedito ogni tipo di cerimonie e festeggiamenti e così anche in Abruzzo tra i settori più duramente colpiti dalla emergenza sanitaria c’è quello dei matrimoni.

E questo proprio nel periodo dell’anno tradizionalmente preferiti per le cerimonie nuziali e conseguenti festeggiamenti, che si svolgevano per lo più nelle stagioni primaverili e di inizio estate da aprile a luglio, come tradizione vuole.

E quindi tutto il settore dei wedding planner e relativo indotto sono completamente fermi, con le piccole attività che stanno già chiudendo, ed i futuri sposi che stanno rischiando di non poter recuperare gli anticipi già versati e vanificati da una grave ed evidente causa di forza maggiore .

E dal fronte degli organizzatori matrimoniali Abruzzesi giunge un forte allarme che segnala come l’intero settore sia letteralmente in ginocchio, e con forti dubbi sulla futura possibile ripresa in considerazione del fatto che il prossimo anno rischierà di essere ancora caratterizzato da misure di distanziamento sociale con la conseguenza che molti matrimoni saranno fissati nel periodo invernale ed in date infrasettimanali.

Con tali prospettive quindi anche il giro d’affari sarà sostanzialmente ridotto nonostante il rinvio di molti matrimoni probabilmente al 2021 con conseguenti ulteriori difficoltà economiche per il settore.

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *