giovedì, Ottobre 22, 2020
Home > Lazio > Cisl Medici Lazio: “La Regione apra un tavolo di confronto con i sindacati”

Cisl Medici Lazio: “La Regione apra un tavolo di confronto con i sindacati”

ascoli

“La Regione Lazio apra un tavolo di confronto con i sindacati”. A chiederlo è la Cisl Medici Lazio a fronte della Ordinanza della Regione che, nel disporre ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-2019, detta l’obbligo di vaccinazione antinfluenzale per le categorie dei medici e personale sanitario, sociosanitario di assistenza, operatori di servizio di strutture di assistenza, anche se volontario con decorrenza dal prossimo 15 settembre 2020.

“La mancata vaccinazione per queste categorie, non giustificabile da ragioni di tipo medico, comporta l’inidoneità temporanea a far data dal 1° febbraio 2021, allo svolgimento della mansione lavorativa, ai sensi dell’art. 41, comma 6 del D. lgs. 81/2008, un D. Lgs che qui viene richiamato salvo poi essere stato magari disatteso quando per un non breve periodo di tempo noi medici e gli altri operatori sanitari ci siamo ritrovati a fronteggiare la malattia da Covid-19 in carenza o assenza di idonei DPI, dispositivi di protezione individuali, in un balletto su mascherine si e mascherine no e sulla tipologia delle stesse – prosegue la nota della Cisl Medici”.

“La Cisl Medici Lazio – nella persona del suo segretario regionale Luciano Cifaldi – evidenzia come nel pieno di questa pandemia, sarebbe stato opportuno, se non doveroso, aprire un tavolo di confronto con le organizzazioni sindacali per approfondire il fondamentale tema del rapporto tra la tutela della salute, intesa come interesse della collettività, e la sua garanzia quale diritto della singola persona e si appella alla sensibilità politica ed istituzionale dell’Assessore alla Sanità per iniziare un confronto su temi e diritti costituzionalmente garantiti”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *