martedì, Ottobre 19, 2021
Home > Marche > Il Movimento Vivere Recanati: “Se Gigli non condivide i principi democratici dell’Italia antifascista si dimetta”

Il Movimento Vivere Recanati: “Se Gigli non condivide i principi democratici dell’Italia antifascista si dimetta”

re

Riceviamo dal Movimento Vivere Recanati e pubblichiamo: “Anche a Recanati qualche nostalgico utilizza la libertà per la quale in tanti hanno lottato e sono morti per usare espressioni polemiche e revisioniste nella giornata del 25 aprile. Questo nostalgico ricopre il ruolo di Consigliere Comunale e di presidente dell’Associazione Beniamino Gigli.

Ci sembra davvero grave e non possiamo girare la testa dall’altra parte. Se non condivide i principi democratici dell’Italia antifascista nata dalla Resistenza dovrebbe dimettersi dai ruoli che ricopre. Con l’occasione rispondiamo alla Lega – Salvini Premier anche relativamente al tema sicurezza.

Il capogruppo di Vivere Recanati Marco Canalini ha spiegato come l’Amministrazione Comunale intenda incrementare il sistema di videosorveglianza in città.

Sistema di prevenzione e controllo che negli ultimi anni ha posto Recanati a livello di avanguardia a livello regionale con un sistema di telecamere diffuso, moderno e due centrali operative (una negli uffici della Polizia Locale, una presso i Carabinieri). Lettura delle targhe della auto ed altra tecnologia di alto livello. Vogliamo andare avanti su questa strada. Ma a chi legge a malapena i libri di storia non possiamo chiedere di leggere e comprendere un comunicato locale”.

Movimento Vivere Recanati

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net