venerdì, Febbraio 26, 2021
Home > Lazio > Raggi, tolleranza zero per i vandali di Villa Pamphilj: uno già arrestato

Raggi, tolleranza zero per i vandali di Villa Pamphilj: uno già arrestato

roma

Avevano rotto una targa e lanciato sassi contro i Carabinieri

Le dieci Ville di Roma trasformate in parchi pubblici

Oggi la sindaca di Roma Virginia Raggi ha annunciato via sociall l’arresto di uno dei vandali di Villa Pamphilj.” Arrestato uno dei responsabili dell’atto vandalico di ieri notte a Villa Doria Pamphilj. Grazie a carabinieri reparto operativo Tutela Patrimonio culturale e Polizia Locale per operazione congiunta. Tolleranza zero per chi non rispetta la nostra città”.

Raggi,targa danneggiata a villa Pamphilj

Sassi contro auto dei carabinieri che inseguivano vandali

Purtroppo eri l’ennesima targa toponomastica era stata vandalizzata a Villa Doria Pamphilj, assieme a tre statue r due vasi secolari.
    Poche settimane fa, l’ultimo atto vandalico, aveva visto danneggiare i gigli della Fontana del Cupido. E quindi già ieri la sindaca Raggi esasperata dai continui atti di vandalismo aveva twittato: ” Questo è solo l’ultimo di una serie di atti vandalici che si sono registrati negli scorsi mesi: è inaccettabile. Inoltre è stata bersaglio di lancio di pietre una macchina dei carabinieri del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale che stava inseguendo i responsabili. Mi auguro che questi barbari siano al più presto assicurati alla giustizia”,ed aveva aggiunto “Ringrazio i carabinieri del nucleo Tutela Patrimonio Culturale e gli agenti del gruppo XII della Polizia Locale di Roma Capitale attivi nel pattugliamento della villa”.

Fortunatamente nel giro di poche ore le forze dell’ordine hanno già assicurato alla giustizia il primo dei responsabili dei continui danni che la nostra città subisce da parte di chi non rispetta l’inestimabile patrimonio atristico e culturale della capitale, che ne fanno un luogo unico al mondo e patrimonio di tutta l’umanità.

Fatto ancor più grave durante la grave pandemia in atto contro che genera grande sofferenza nei cittadini, alleviata in parte dal poter ammirare i tesori artistici di Roma, visto che solo la bellezza potrà contribuire a salvare il nostro mondo in pericolo come ricordava Dostoevskij, nei suoi grandi classici.

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *