sabato, Giugno 6, 2020
Home > Italia > Ravanusa, giovane sottoposto a Tso: “Violati gli articoli 21 e 32 della Costituzione”

Ravanusa, giovane sottoposto a Tso: “Violati gli articoli 21 e 32 della Costituzione”

RAVANUSA (AG) – In relazione alla vicenda dell’uomo sottoposto a Tso dopo che questi, a suo modo, imbracciando un megafono, aveva inteso “svegliare le coscienze” dicendo a tutti di gettare la mascherina in quanto la pandemia da Coronavirus a suo dire non esisterebbe, interviene il legale Lillo Massimiliano Musso per la famiglia del ragazzo: “Sono stati violati gli articoli 21 e 32 della Costituzione, gli articoli 33 e 34 della Legge 833 del 1978. In particolare, è stato disposto un Trattamento Sanitario Obbligatorio per iniziativa diretta di un sindaco per una manifestazione non autorizzata condotta con un megafono per le strade del paese. Un’aberrazione giuridica che non resterà priva di seguito. Non sussistevano i requisiti di legge per il TSO e gli atti già acquisiti difettano di motivazione. La questione sarà oggetto di interrogazione parlamentare”.

La famiglia ha inoltre annunciato di avere già dato mandato per l’annullamento del TSO e per le denunce penali.

Inizialmente, a seguito dei fatti, erano intervenute le forze dell’ordine, che avevano cercato di fermare l’uomo, ma, da quanto è stato possibile apprendere, questo non sarebbe stato facile nè agevole. A questo proposito il sindaco di Ravanusa, Carmelo D’Angelo, ha dichiarato: “A malincuore ho dovuto disporre il trattamento per i segnali pregressi di instabilità mentale che l’uomo aveva manifestato. In precedenti occasioni, infatti, si era reso protagonista di azioni che hanno messo in allarme la comunità ravanusana e si era scagliato contro un carabiniere che lo aveva fermato in un posto di controllo e lui aveva bruciato la carta di identità”.

Sicuramente, in relazione alla vicenda, ci sono ancora molti aspetti da chiairie ed i fatti andranno approfonditi. Quanto accaduto ha scosso profondamente la cittadina, tanto che in molti hanno ripreso col telefonino il tutto manifestando sconcerto.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994 al 2015 ha collaborato regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero, Il Resto del Carlino, La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Nel 2009 è direttore del quotidiano teramano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Ora direttore della testata giornalistica on line la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com