martedì, Agosto 4, 2020
Home > Anticipazioni TV > Il film consigliato stasera in TV: “Hunger Games: La ragazza di Fuoco” giovedì 14 maggio 2020

Il film consigliato stasera in TV: “Hunger Games: La ragazza di Fuoco” giovedì 14 maggio 2020

film hunger games la ragazza di fuoco

Il film consigliato stasera in TV: “Hunger Games: La ragazza di Fuoco” giovedì 14 maggio 2020 alle 21:30 su ITALIA 1

Risultati immagini per hunger games la ragazza di fuoco

Hunger Games: La ragazza di fuoco (The Hunger Games: Catching Fire) è un film del 2013 diretto da Francis Lawrence con Jennifer Lawrence, Josh Hutcherson e Liam Hemsworth.

La pellicola è il sequel del film del 2012 Hunger Games, ed è l’adattamento cinematografico del romanzo La ragazza di fuoco, scritto da Suzanne Collins, ambientato in un futuro distopico post apocalittico.

CatchingFire.png

Katniss Everdeen ritorna a casa in seguito alla vittoria ottenuta nell’ultima edizione degli Hunger Games insieme al suo compagno Peeta Mellark. Ora i due alloggiano al Villaggio dei Vincitori, presente in ogni distretto, ma in questo caso abitato solamente dai due vincitori e dal loro mentore Haymitch Abernathy, uno dei passati trionfatori degli Hunger Games.

I due giovani devono ora partire per il Tour dei Vincitori, un viaggio attraverso i distretti per ricordare coloro che sono morti nei giochi. Prima della partenza Katniss riceve inaspettatamente la visita del presidente Snow. Egli le intima di continuare a fingere di essere innamorata di Peeta, come aveva fatto precedentemente all’interno dell’arena, lasciandole intendere poi che se non si fosse attenuta ai suoi piani lui avrebbe colpito le persone a lei più care e avrebbe dato il via ad una rivolta sociale dalle terribili conseguenze.

Dopo il congedo di Snow, Katniss incontra Peeta e davanti alle telecamere di Capitol City, in collegamento con Caesar Flickerman, i due recitano la parte dei due ragazzi follemente innamorati scambiandosi un bacio. Durante il viaggio Katniss nota disegnata su una galleria il simbolo della “ghiandaia imitatrice”, segno che una rivoluzione sta ormai per avere inizio. La prima tappa del tour è il Distretto 11, il luogo in cui viveva la sua alleata e amica durante lo svolgimento degli Hunger Games, Rue. Effie Trinket, membro del loro team, porge ai due vincitori un biglietto in cui vi è scritto tutto ciò che dovranno dire in memoria dei tributi caduti. Peeta e Katniss decidono però di parlare a cuore aperto, in particolare alla famiglia di Rue, ma uno degli abitanti alla fine alza la mano in segno di rispetto verso i due, e così facendo viene ucciso con un colpo di pistola alla testa da parte di un Pacificatore. Katniss rimane sconvolta e tenta di fermare la ribellione tra la folla, ma con scarsi risultati.

L’episodio si ripete anche negli altri distretti e Katniss è costretta a rimanere al suo posto. Intanto la finta storia d’amore tra Katniss e Peeta comincia a non essere creduta e per fare sì che venga nuovamente considerata vera la ragazza propone di sposarsi con Peeta. Durante la cerimonia di chiusura del tour Katniss incontra Plutarch Heavensbee, capo Stratega successore di Seneca Crane. Tornata a casa scopre che il Distretto 12 è preso di mira dai pacificatori, i quali impongono regole severe a tutti gli abitanti. Gale viene frustato da uno di loro ma Katniss, Haymitch e Peeta lo proteggono. Dopo avere assistito alla scena Snow comincia a progettare l’eliminazione di tutti i vincitori degli Hunger Games, temendo che possano ritenersi intoccabili.

Ogni venticinque anni a Capitol City viene indetta un’edizione speciale degli Hunger Games: l’edizione della Memoria. Essendo la settantacinquesima edizione dei giochi il presidente Snow decide che i tributi saranno sorteggiati tra i vincitori delle stagioni precedenti. Katniss è sconvolta in quanto sa di essere destinata a tornare nell’arena poiché è l’unica vincitrice femmina del suo distretto. Dopo aver pianto, Katniss si reca da Haymitch per chiedergli di offrirsi volontario, in modo da evitare che Peeta torni nell’arena, ma scopre che Peeta, subito dopo l’annuncio, è andato da lui e gli ha già chiesto di farsi da parte per poter entrare nell’arena e proteggere Katniss. Haymitch rimprovera Katniss, dicendole che non merita l’amore di un ragazzo come Peeta, ma quest’ultima lo prega di salvarlo e di lasciar morire lei nell’arena, convincendo Haymitch. Alla mietitura Effie estrae come tributo Haymitch, ma Peeta si offre volontario al suo posto. Di nuovo a Capitol City, i due vengono messi in guardia in quanto questa volta avranno a che fare con assassini esperti. Katniss mostra le sue abilità con il tiro con l’arco, guadagnandosi l’attenzione degli altri tributi che ora la vorrebbero come alleata.

Durante l’intervista con Caesar Flickerman, lo stilista di Katniss, Cinna, le fa indossare un vestito da sposa, lo stesso che avrebbe indossato al falso matrimonio con Peeta, ma quando comincia a roteare su se stessa l’abito diventa nero e su di esso appaiono due ali della Ghiandaia Imitatrice. Peeta invece dice in diretta della finta gravidanza di Katniss, scatenando la suspense tra gli spettatori che vorrebbero l’annullamento dei giochi. Cinna accompagna Katniss all’entrata nell’arena ma viene ucciso mentre questa viene trasportata all’interno di essa. Katniss e Peeta si alleano con i tributi del Distretto 4, Finnick Odair e Mags. Accidentalmente Peeta colpisce il campo di forza della cupola e il suo cuore si ferma, ma fortunatamente viene salvato con la respirazione artificiale da Finnick. Durante la notte vengono colpiti da una nebbia velenosa e per trarre in salvo gli altri l’anziana Mags si lascia avvolgere per poi morire. In seguito i tre rimasti vengono attaccati da un esercito di ibridi-scimmia famelici. Durante la battaglia, in cui le scimmie cadono numerose sotto i colpi dei tributi, la ragazza del distretto 6 si sacrificherà per lasciare Peeta in vita.

Tornati alla spiaggia i tre vedono uno tsunami che uccide uno dei tributi rimasti vivi. Katniss e gli altri due si uniscono a Johanna Mason, del Distretto 7, e ai due tributi del Distretto 3, Wiress e Beetee. Katniss scopre da loro che l’arena è strutturata come un orologio nella quale ad ogni ora accade un evento specifico in una zona specifica. Wiress, Gloss e Cashmere moriranno successivamente in un combattimento nella cornucopia. Sopravvissuti a un’improvvisa rotazione della piattaforma circolare su cui si trova la cornucopia, i cinque rimasti vengono successivamente attaccati da uno stormo di ghiandaie chiacchierone. Beetee intende sfruttare la scarica del lampo che colpirà un determinato albero a mezzanotte per uccidere Enobaria e Brutus usando il filo che porta con sé, in grado di condurre corrente, per fulminarli. Peeta regala a Katniss una perla e poi il ciondolo avuto da Effie contenente le foto di Prim, della madre di Katniss e di Gale, rivelandole i suoi sentimenti che vengono infine ricambiati da Katniss con un bacio.

Quella notte il piano di Beetee viene messo in atto; Katniss e Johanna vengono incaricate di trascinare il filo conduttore fino alla spiaggia, ma vengono intercettate da Enobaria e Brutus, del Distretto 2. Johanna colpisce Katniss e le toglie il localizzatore dal braccio, intimandole di fingersi morta. Johanna si lascia inseguire dai due favoriti e nello scontro Brutus muore ucciso da Peeta. Katniss torna all’albero e trova Beetee privo di sensi. Katniss punta l’arco contro Finnick, il quale le dice di ricordare quale sia il vero nemico. Katniss, così, ha un’intuizione e, durante l’impatto del fulmine, lega il filo conduttore ad una freccia e la scaglia verso il cielo: colpisce quindi il campo di forza che circonda l’arena, che viene investito dal fulmine, sovraccaricandolo e distruggendo la gigantesca cupola metallica che la ricopre, la quale esplode e cade in pezzi.

I tributi vengono prelevati dall’arena. Katniss si risveglia a fianco di Beetee, svenuto, scopre poi da Haymitch, Finnick e Plutarch che Peeta è prigioniero a Capitol City insieme a Johanna ed Enobaria e che la vera missione, accordata con la maggior parte dei tributi, era quella di tenerla in vita in quanto volto della nascente rivolta. Katniss colpisce Haymitch in quanto non ha mantenuto la promessa di proteggere Peeta, ma Plutarch la neutralizza per farla addormentare. Al suo risveglio Katniss ritrova Gale al suo fianco e scopre che il Distretto 12 è stato distrutto. Gli Hunger Games sono finiti, ma la guerra contro Snow e Capitol City è appena iniziata e in questo momento lei si trova al Distretto 13, che si credeva essere stato devastato decenni prima da Capitol City.

Nuovi personaggi

  • Finnick Odair: è il tributo maschio del Distretto 4. È un ragazzo arrogante e cinico ma, sebbene non sembri, in realtà ha un carattere molto dolce, che dimostra soprattutto con l’anziana Mags, a cui è molto legato. Ha vinto il 65º anno degli Hunger Games (cioè dieci anni prima dello svolgersi degli eventi), quando aveva 14 anni, il vincitore più giovane degli Hunger Games. Sarà alleato di Katniss nell’arena.
  • Johanna Mason: è il tributo femmina del Distretto 7. È una ragazza prepotente e spigliata, che fatica a dimostrare i propri sentimenti, in quanto non l’è rimasto nessuno da amare, come ammette lei stessa. Sebbene non sempre vadano d’accordo, lei e Katniss diventeranno amiche.
  • Plutarch Heavensbee: è il nuovo primo stratega degli Hunger Games. È un uomo subdolo e presuntuoso. Per tutto il film si dimostrerà gentile con Katniss, ma se davvero la ammiri o no non è chiaro. Fingerà un’alleanza con Snow e lo aiuterà nel suo tentativo di fermare la ribellione dei distretti. Tuttavia il suo scopo è quello di rendere Katniss la ghiandaia imitatrice e guidare la rivolta.
  • Beetee: è uno dei tributi che hanno vinto in passato, ma non viene rivelato in quale anno. Appartiene al distretto 3, e partecipa all’edizione della memoria assieme a Wiress. È un uomo sensibile e coraggioso e dotato di una estrema intelligenza. Molte delle apparecchiature che si trovano a Panem sono state inventate proprio da lui. Aiuterà Katniss e Peeta durante i giochi.
  • Wiress: è una dei tributi che hanno vinto in passato, appartiene al distretto 3. È una donna sensibile e gentile. Anche lei, come Beetee, è molto intelligente. Verrà uccisa durante l’edizione della memoria da Gloss, tributo del distretto uno.

Regia di Francis Lawrence

Con: Jennifer Lawrence, Josh Hutcherson e Liam Hemsworth

Fonte: WIKIPEDIA

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994 al 2015 ha collaborato regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero, Il Resto del Carlino, La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Nel 2009 è direttore del quotidiano teramano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Ora direttore della testata giornalistica on line la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com