venerdì, Febbraio 26, 2021
Home > Abruzzo > Chieti, una petizione popolare per scongiurare la chiusura dell’Ufficio Postale di Via degli Agostiniani

Chieti, una petizione popolare per scongiurare la chiusura dell’Ufficio Postale di Via degli Agostiniani

chieti

CHIETI – Dal 2018, da dopo il trasferimento via da Palazzo De Pasquale della Teate Servizi che si vocifera della possibile chiusura dell’Ufficio Postale di Via degli Agostiniani a Chieti, nello storico rione di Santa Maria.
Con l’emergenza Covid19 e il lockdown deciso dal Governo Conte, il suddetto ufficio è stato momentaneamente chiuso, a causa delle misure di contenimento adottate, come recita un cartello sulla porta d’ingresso.

Ma, in Italia, si sa che spesso non esiste nulla di più definitivo di ciò che viene considerato come provvisorio e ora i residenti del quartiere che conta circa 3 mila abitanti nel cuore del capoluogo teatino, temono di rimanere senza ufficio postale, decisione che creerebbe gravi disagi per una popolazione residente formata per lo più da pensionati che hanno conti correnti postali su cui riscuotono la pensione.

Portavoce delle esigenze delle famiglie che vivono nel Quartiere di Santa Maria, è Lorenzo La Penna, storico titolare della pasticceria “Da Lorenzo” sita in Via Toppi, con un passato da Consigliare Comunale nella prima amministrazione Cucullo dei primi anni Novanta, targata MSI che si è rivolto al Censorino Teatino per portare la voce della cittadinanza all’attenzione dell’opinione pubblica.A tal proposito, dal 18 maggio, come riaprirà la Pasticceria di Lorenzo La Penna, proprio lì sarà possibile venire a firmare la petizione che verrà consegnata, tra l’altro, al Sindaco Umberto Di Primio e all’Assessore Regionale alle Attività Produttive Mauro Febbo, affinché intercedano per scongiurare, una volta per tutte, la chiusura dell’Ufficio Postale di Via degli Agostiniani.

Tratto da www.censorinoteatino2013.blogspot.it

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *