giovedì, Novembre 26, 2020
Home > Mondo > Viaggio in Italia: penalità di 1.450 euro per la pipì in Austria?

Viaggio in Italia: penalità di 1.450 euro per la pipì in Austria?

italia
Il ponte dell'Europa sull'autostrada del Brennero in Austria.

L’Italia ha aperto i suoi confini mercoledì – ma per arrivarci in auto, i vacanzieri tedeschi devono attraversare la Svizzera o l’Austria. Sono vietate fermate indebite, tra cui caffè e servizi igienici.

Per l‘Italia i vacanzieri tedeschi sono di nuovo i benvenuti. Ma per loro arrivare in auto è ancora un pò complicato perché i tedeschi devono viaggiare attraverso la Svizzera o l’Austria per raggiungere il Mar Mediterraneo – e lì i confini per i vacanzieri sono ancora stretti. 

Il risultato: in Austria il passaggio può essere molto costoso, perché non è consentito fermarsi. Al confine tedesco-austriaco, i vacanzieri tedeschi devono presentare una cosiddetta dichiarazione di transito. In tal modo, confermano che stanno lasciando il paese il più rapidamente possibile.

Pausa caffè, andare in bagno o una fermata di benzina: in Austria costa fino a 1.450 euro

Questo significa anche che non sono consentite pause caffè, andare in bagno o fare rifornimento. Ogni turista, afferma Josef Schreier del governo statale tirolese al ” Bayerischer Rundfunk “, deve pensare al confine tedesco-austriaco come di passaggio e se la benzina o la vescica necessitano di fermate, è necessario passare oltre, altrimenti si rischia una multa di 1.450 euro.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *