mercoledì, Aprile 14, 2021
Home > Marche > Grottammare, Lorenzo Vesperini: “40.000 SPENDI E SPANDI”

Grottammare, Lorenzo Vesperini: “40.000 SPENDI E SPANDI”

grottammare

GROTTAMMARE – Così in una nota ufficiale il consigliere comunale Lorenzo Vesperini: “La stagione estiva è iniziata e il comune di Grottammare affida alla Pro Life s.r.l  con determina n° 12 del 27-05-2020 il controllo della regolamentazione degli accessi alle spiagge libere per 27.500 euro senza svolgere un’adeguata valutazione di congruità tra la spesa e il personale impiegato che, privo di autorità , dovrà essere supportato dalla Polizia Municipale. 

Viene spontanea la riflessione: se gli assistenti di spiaggia della ditta Pro Life s.r.l devono essere supportati dalla Polizia Locale, emerge che gli stessi sono sprovvisti del dispositivo prefettizio art.134 TULPS obbligatorio per operare, agire e garantire azioni di pubblica sicurezza.

Pertanto la somma di euro 27.500 è spropositata per la prestazione di accoglienza fornita dalla ditta Pro Life s.r.l. che addirittura viene giustificata nell’utilizzo di operatori multilingue.

 Allora ci chiediamo: servono interpreti d’accoglienza oppure operatori di sicurezza (Stewart) atti ad evitare assembramenti e gestire gli accessi nelle spiagge libere?

Per trasparenza e correttezza, invito la cittadinanza a verificare la veridicità dello stato dei fatti: le spiagge libere sono 3112 spiagge libere non saranno nè controllate e nè munite di perimetratori  per mantenere la distanza tra bagnantiil servizio verrà svolto da solo 9 Assistenti di spiaggia su due turni che copriranno solo una parte del litorale e  la mancata apertura in sicurezza di tutte le spiagge libere garantirà solo 339 postazioni  al giorno.

La sfida da vincere era quella di dotare l’intero litorale di operatori della sicurezza, insomma, si doveva agire insieme alle associazioni di categoria  e lanciare una campagna turistica dallo slogan “ Vacanza sicura ”dove

Grottammare  garantiva il rispetto delle regole di distanziamento e prevenzione insieme ad un servizio diurno e notturno a controllo delle attrezzature balneari e spiagge libere. Invece si è generata una inutile spesa di 40.000 euro che ha prodotto solo pseudo assistenti da spiaggia multilingue, video e ordinanze restrittive“. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *