lunedì, Ottobre 26, 2020
Home > Abruzzo > Meteo, che estate ci attende?

Meteo, che estate ci attende?

estate

Da giorni sentiamo parlare e leggiamo relativamente alle previsioni per l’estate 2020. Ebbene quantomeno fino al 23-25 giugno un’anomala area di bassa pressione potrebbe favorire ulteriori temporali soprattutto nelle regioni del Nord (settentrione del fiume Po e Liguria), e saltuarie al Centro, ma localmente anche sulle altre regioni d’Italia classificando il mese di giugno fra “i più freschi degli ultimi 20 anni” e quindi anche in quantità maggiore rispetto quello del 2019 già a temperature sotto la media.

Stanno scrivendo ovunque che avremo già a metà luglio 40 gradi facendo spesso riferimento al Centro Meteo Europeo.

Anche a Pesaro si parla del fatto che per il 25 giugno ci attendono temperature assai torride. Tuttavia non tutte le previsioni sembrano in linea, anzi non sembra probabile in quelle recentissime. Potremmo andare incontro alla classica estate italiana con l’alta pressione delle Azzorre pronta a tornare protagonista invece di quella africana prospettata da molte testate e siti che negli ultimi anni ha portato “afa e alte temperature” di lunga durata (8-10 settimane).

Certamente le previsioni a medio e lungo termine sono spesso criticate e quantomeno assai smentite ma tutti speriamo che i 40 gradi non si tocchino mai nel nostro bel paese.

Potremmo invece avere anche un luglio-agosto con clima estivo gradevole e solo con poche giornate definite “roventi” e caratterizzate da punte massime oltre i 34°C.

Analizzando negli ultimi 20-30 anni le statistiche e le medie climatiche, le zone maggiormente esposte in questo periodo dovrebbero essere le pianure settentrionali, le aree interne di Puglia, Sicilia e Sardegna. Si avranno però con forte probabilità “precipitazioni non ben distribuite” e sono previste principalmente sulle zone montuose del Nord sotto forma di rovesci temporaleschi, specie nella seconda parte del giorno (dopo le ore 15). Soffrirà il Centro-Sud dove le proiezioni indicano poche piogge sia a Luglio fino al 20-25 Agosto.

RD Leo

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *