lunedì, Agosto 10, 2020
Home > Abruzzo > Chieti, il candidato Diego Ferrara firma l’impegno con le Sardine e la cittadinanza

Chieti, il candidato Diego Ferrara firma l’impegno con le Sardine e la cittadinanza

diego ferrara

CHIETI – Sabato 4 luglio a Chieti, presso il Caffè D’Urbano, Diego Ferrara, il candidato sindaco  della coalizione di centrosinistra, ha incontrato Gennaro Spinelli e Deborah Cieri in rappresentanza delle 6000 Sardine Abruzzesi  per esporre il suo programma ed ascoltare le istanze della cittadinanza intervenuta all’evento. 

Erano presenti all’incontro anche i candidati Paride Paci e Edoardo Raimondi.

Le 6000 Sardine Abruzzesi hanno chiesto al Candidato Sindaco di concentrare il suo impegno sui 10 punti emersi dai numerosi incontri che le Sardine hanno tenuto con i cittadini teatini e che sono racchiuse nei 10 punti dell’Impegno formale che il candidato Sindaco ha accettato di sottoscrivere con la cittadinanza.

1. RISOLVERE LA PROBLEMATICA DELLA DISFUNZIONE DELLE INFRASTRUTTURE CITTADINE, poiché centri commerciali e grandi supermercati hanno provocato la morte dei piccoli imprenditori locali.

2. RISCOPERTA DEL SENSO CIVICO: ogni politico risponde alle esigenze del cittadino attraverso una Giunta capace e soprattutto locale che conosca bene la realtà e la difficoltà di Chieti

3. APPIANARE IL DIVARIO TRA CHIETI ALTA E CHIETI SCALO, riportando poli culturali che sono stati spostati, trascinando le attività più giovanili con sé, riaprendo gli asili nido a Chieti alta

4. Il sindaco dovrebbe PROVVEDERE ALLA RINASCITA GEOGRAFICA, URBANISTICA E COMMERCIALE della città di Chieti valorizzando al massimo ARTE E CULTURA

5. RIAPRIRE LA BIBLIOTECA INSERENDO UNA SEZIONE ABRUZZISTICA PIU’ GRANDE, a favore della culturalizzazione del territorio e una ripresa di interesse da parte dei ragazzi nella conoscenza della storia della nostra regione

6. ASSICURARE SCUOLE SICURE: è emerso che la scuola scientifico-industriale è in condizioni precarie, con caduta di calcinacci. SI VUOLE UNA DOCUMENTAZIONE CHE CERTIFICHI LA SICUREZZE DI TALI SCUOLE, POICHE’LA CULTURA E’ E DEVE ESSERE PREROGATIVA DELLO STATO.

7. OCCUPARSI DELLA CRITICITà SISMICA DELL’OSPEDALE E DEGLI EDIFICI CHE RISULTANO PERICOLANTI.

8. COLMARE QUELLO CHE IN SEDE VIENE DEFINITO UNO “SCEMPIO URBANISTICO”, collegando le due parti delle città con mezzi sicuri e necessari, provvedendo anche alla sicurezza della scala mobile della stazione. Si prevede che così facendo, aumentando il numero di autobus e assicurandone la partenza da e per l’università, Chieti Alta potrà trarne beneficio in termini economici e sociali

9. AVANZARE PROPOSTE PER LA RISOLUZIONE DEL PROBLEMA IDROGEOLOGICO, assicurando alla periferia di Chieti controlli di sicurezza poiché risulta a rischio frana

10. AVERE CORAGGIO DI INVESTIRE SUI GIOVANI, che rappresentano il futuro della nostra città e che troppo spesso non vedono alternative a quella di andare via. Far tornare la gioventù a percorrere le strade e a concedergli occasioni tramite lavoro e attività.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994 al 2015 ha collaborato regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero, Il Resto del Carlino, La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Nel 2009 è direttore del quotidiano teramano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Ora direttore della testata giornalistica on line la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com