mercoledì, Ottobre 27, 2021
Home > Abruzzo > Alba Adriatica, abusivismo commerciale: “Restiamo e vi resteremo”

Alba Adriatica, abusivismo commerciale: “Restiamo e vi resteremo”

alba adriatica

ALBA ADRIATICA – Potrebbe sembrare una vecchia esclamazione pronunciata in epoca fascista, ma nulla ha ovviamente a che fare con questo.

L’amministrazione comunale di Alba Adriatica ha informato la cittadinanza che a partire dal mese di luglio saranno osservate le giuste disposizioni a livello normativo riguardanti le misure anti-Covid e per quanto riguarda la lotta al commercio abusivo. Tuttavia alcuni cittadini sostengono che, relativamente al secondo aspetto, ci sarebbe davvero ancora molto da fare.

Così, mentre in città si assiste a passaggi di droni, aerei, dedicati alla verifica del rispetto delle normative tese a contrastare la diffusione della pandemia, ci giungono segnalazioni circa l’esistenza di veri e propri mercati a cielo aperto.

Dopo l’emergenza Covid Alba Adriatica, come molte altre cittadine a vocazione turistica, fanno fatica nel rilanciarsi e di certo questo potrebbe costituire un aspetto pregiudizievole. “Di certo – dicono – scaricare la colpa sul singolo “commerciante abusivo” non ha senso e sarebbe ingiusto, poiché spetterebbe alla stessa amministrazione comunale, anche con incontri informativi tesi alla conoscenza del lavoro nero e delle problematiche che che lo stesso reca alla cittadinanza, alla sua immagine, risolvere il problema.  D’altronde, ricordiamo tutti il pugno duro preso in campagna elettorale dall’amministrazione riguardo a questa tematica! Dov’è finita questa forte voglia di legalità?”

Alberto Anastasi

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net