lunedì, Settembre 21, 2020
Home > Anticipazioni TV > Il film consigliato nel pomeriggio in TV: “Nessuna verità” giovedì 16 luglio 2020

Il film consigliato nel pomeriggio in TV: “Nessuna verità” giovedì 16 luglio 2020

film nessuna verità

Il film consigliato nel pomeriggio in TV: “Nessuna verità” giovedì 16 luglio 2020 alle 16:35 su IRIS (Canale 22)

Nessuna verità.jpg

Nessuna verità (Body of Lies) è un film del 2008 diretto da Ridley Scott, con protagonisti Leonardo DiCaprio e Russell Crowe, adattamento del romanzo Body of Lies del giornalista del Washington Post, David Ignatius.

Roger Ferris (Leonardo DiCaprio) è un ufficiale della CIA in Iraq, che segue un terrorista chiamato Al-Saleem, incontra Nizar un membro dell’organizzazione terroristica che è pronto a offrire informazioni in cambio di asilo in Nord America.

Nonostante le obiezioni del suo capo Ed Hoffman, Ferris accetta di proteggere Nizar. Nizar è usato come pedina per estrarre il resto della sua cellula; quando Nizar viene catturato, Ferris è costretto a sparargli per impedire che esponga le identità di Ferris e del suo associato Bassam. Tuttavia, furiosi per il rifiuto di Hoffman di agire in base alle informazioni fornite da Nizar, Ferris e Bassam vanno a cercare la casa sicura a Balad, in Iraq, di cui Nizar aveva parlato loro.Nella successiva sparatoria e inseguimento, il veicolo di Ferris e Bassam viene fatto esplodere da un ordigno,Ferris e alcuni dischi recuperati vengono salvati andando via in elicottero, ma Bassam viene ucciso nell’esplosione.

Nel frattempo, terroristi sconosciuti nel Regno Unito hanno in programma di dare seguito agli attentati sugli autobus a Sheffield con ulteriori attacchi a Manchester, ma si fanno esplodere quando la polizia arriva a casa loro. Dopo essersi ripreso dalle ferite, Ferris viene assegnato alla Giordania per continuare a cercare Al-Saleem. Lì, Ferris incontra e negozia una collaborazione con Hani Salaam (Mark Strong), capo della direzione generale dell’intelligence giordana. Dalle informazioni che Ferris ha raccolto dalla casa sicura di Balad, Hoffman individua una casa sicura di Al-Saleem in Giordania e ordina a Ferris di tenerla d’occhio. Contemporaneamente, Hoffman organizza (all’insaputa di Ferris) un’operazione parallela tramite un’agenzia locale.Skip, subordinato della CIA identifica l’attività dell’agenzia locale come Ziyad Abishi.

Abishi soffia la sua copertura con un terrorista . Il terrorista fugge per informare i suoi colleghi della loro esposizione, e Ferris lo insegue e lo uccide facendola passare come una rapina.Salaam (tramite “canali posteriori”) conferma questa interpretazione dell’uccisione con coloro che rimangono nella casa sicura. Ferris si oppone a Hoffman per le sue operazioni parallele che ritiene interferiscano e minino l’integrità operativa dell’operazione primaria e dice a Hoffman di fermarsi.Trovandosi in ospedale per i morsi di cane procuratosi mentre inseguiva il terrorista, Ferris incontra un’infermiera di nome Aisha dalla quale viene subito attratto. In Europa i terroristi colpiscono di nuovo in un mercato dei fiori di Amsterdam, uccidendo 75 persone e ferendone altre centinaia.

Dopo aver riconosciuto uno degli uomini che vivono nella casa sicura come ex criminale Mustaffa Karami e che Salaam conosce da anni, lo preleva portandolo nel deserto e lo costringe a collaborare.Hoffman chiede a Salaam di usare Karami,ma lui rifiuta. All’insaputa di Ferris e Salaam, Hoffman dice a Skip di seguire Karami e rapirlo. Karami fugge e avvisa i terroristi nella casa sicura che viene sorvegliato e loro lo abbandonano. Il socio di Ferris, Skip, viene catturato da Salaam. Salaam accusa Ferris di aver saputo della mossa su Karami, incolpa la duplicità di Ferris per la distruzione della casa sicura ed esilia Ferris dalla Giordania.

Ferris ritorna da Hoffman a Washington e escogitano un nuovo piano per trovare Al-Saleem. Sospettando che sia motivato più dall’orgoglio che dall’ideologia, mettono in scena un falso attacco terroristico a nome di Omar Sadiki,un innocente architetto giordano, come suo istigatore, sperando che Al-Saleem uscirà dal nascondiglio e tenterà di contattarlo. Al-Saleem vede alla televisione dell’attacco e abbocca. Salaam invita Ferris a tornare in Giordania e condivide i suoi sospetti che Omar Sadiki sia un terrorista, anche se Ferris finge di ignorare. Ferris in seguito cerca di salvare Sadiki dall’essere rapito dagli scagnozzi di Al-Saleem ma fallisce e vede il suo compagno quasi ucciso nel successivo incidente d’auto. Sotto interrogatorio, Sadiki nega qualsiasi conoscenza dell’attacco. In seguito viene trovato picchiato e ucciso.

Ferris torna nel suo appartamento e scopre che Aisha è stata rapita. Chiede disperatamente aiuto a Salaam, ammettendo di aver inscenato che Omar Sadiki fosse un terrorista. Salaam si rifiuta di aiutarlo perché Ferris gli mentí in precedenza. Ferris si offre ai rapitori in cambio di Aisha e viene portato in mezzo al deserto, con Hoffman che guarda tutto attraverso un drone di sorveglianza. Ferris viene circondato da un gruppo di SUV che creano una nuvola di polvere oscurando la visione di Hoffman in modo che non possa determinare quale dei SUV, ora diretti in diverse direzioni, sta portando Ferris.

Ferris viene portato attraverso la frontiera in Siria, dove verrà interrogato da Al-Saleem. Quando Ferris chiede ad Al-Saleem di Aisha, gli viene detto che è stata uccisa. Ferris dice ad Al-Saleem che nella sua organizzazione c’è un infiltrato (Karami) che lavora per lui e che, per associazione è come se anche lui lavorasse per la CIA. Al-Saleem non crede a Ferris, lo picchia, accende una videocamera e ordina la sua esecuzione. Salaam e i suoi agenti arrivano all’ultimo momento, salvando la vita di Ferris e Al-Saleem viene arrestato da Marwan Se-Kia, ufficiale di sicurezza di Salaam.

Salaam visita Ferris in ospedale e rivela di aver simulato il rapimento di Aisha e di aver orchestrato la sua cattura da parte di Al-Saleem usando Karami come via di mezzo.Avendo perso la voglia di combattere in questa particolare “guerra”, Ferris esce dalle scene.

Regia di Ridley Scott

Con Leonardo DiCaprio  e Russell Crowe

Fonte: WIKIPEDIA

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994 al 2015 ha collaborato regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero, Il Resto del Carlino, La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Nel 2009 è direttore del quotidiano teramano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Ora direttore della testata giornalistica on line la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com