mercoledì, Settembre 30, 2020
Home > Anticipazioni TV > Il film consigliato stamattina in TV: “Il ritorno di Zanna Bianca” sabato 18 luglio 2020

Il film consigliato stamattina in TV: “Il ritorno di Zanna Bianca” sabato 18 luglio 2020

film il ritorno di zanna bianca

Il film consigliato stamattina in TV: “Il ritorno di Zanna Bianca” sabato 18 luglio 2020 alle 9:55 su RAI Movie

Il ritorno di Zanna Bianca" (1974) - Cinema - Rai Cultura

Il ritorno di Zanna Bianca è un film del 1974 diretto da Lucio Fulci ed interpretato da Franco Nero, Virna Lisi e John Steiner. È il seguito ufficiale del film Zanna Bianca (1973), sempre dello stesso regista, di cui riprende i personaggi principali. Come nel film precedente, Zanna Bianca è interpretato da un cane da pastore tedesco.

Canada, 1889. Mitsah, il ragazzo del precedente film, sta lavorando con altri due cacciatori ed il suo incrocio cane/lupo Zanna Bianca, quando viene ucciso assieme ai compagni da alcuni banditi, che fuggono rubando la loro attrezzatura. Alcune ore dopo, Zanna Bianca viene casualmente trovato da John Tarwater, un commerciante e cercatore d’oro che, dopo aver seppellito i morti, prende l’animale con sé, presentandolo a suo nipote Bill. Zanna Bianca fa amicizia con il bambino ed in seguito si rende utile anche a John, quando, in un saloon, lo aiuta a vincere contro un baro.

Intanto, Beauty Smith (creduto morto al termine del film precedente) si è salvato dalla terribile esplosione della diga (in cui è morto solo il suo amico Jim Hall); da tre anni Smith vive sotto la falsa identità dell’imprenditore Carles Forth, si finge paralizzato e sfrutta gli abitanti della città in cui vivono John e Bill. Suor Evangelina, che sta gestendo una nuova missione che funge da ospedale, si reca un giorno a chiedere un prestito all’imprenditore e riconoscendolo come Smith, chiama in aiuto lo scrittore Weedon Scott, eroe del film precedente, che arriva ad aiutarla assieme al suo amico Kurt, ora divenuto ispettore minerario.

I tre denunciano Smith al capo della polizia, LeClerq, senza sapere che anch’egli corrotto e in società col bandito; l’agente dichiara di conoscere “Charles Forth” da sei anni quando era già paralizzato. Jane, la moglie di LeClerq, cerca anzi di convincere il marito a nascondere Smith, che ora è ricercato, in cambio di denaro. Allo stesso tempo, Scott e Kurt pagano un lavoratore di nome Liverpool affinché li aiuti a smascherare Smith e il capo della polizia, ma Liverpool intasca i soldi e scappa. Kurt si innamora intanto della sorella di Liverpool, mentre Scott viene riconosciuto da Zanna Bianca, che ha salvato intanto John e Bill bloccati nella neve per la fuga dei loro cani da slitta.

Liverpool torna poi in città dopo aver trovato due uomini, uno morto congelato e l’altro semi-congelato, truffati da Smith che aveva venduto loro cibo ed attrezzature insufficienti contro il gelo. Carter, il sopravvissuto dei due, ha la gangrena alle gambe, che gli vengono amputate da suor Evangelina e da Scott. Smith accusa falsamente Zanna Bianca di aver aggredito Liverpool, (in realtà eliminato dai suoi scagnozzi, che l’hanno fatto sbranare da una muta di cani) e il piccolo Bill è costretto a far fuggire l’animale nella foresta, per salvarlo dai cittadini infuriati. Il giorno dopo, Bill è aggredito da un’aquila mentre cerca il suo cane, ma Zanna Bianca lo salva, pur rimanendo ferito; l’animale viene poi curato da Scott.

Alla missione-ospedale, Carter svela a John di aver scoperto un filone d’oro verso il Klondike, ma uno dei dipendenti (Harvey) è alleato con Smith e lo informa. Jane si finge allora malata per attirare suor Evangelina lontano dalla missione e permettere a Smith di intrufolarvisi per torturare Carter e farsi dire dov’è l’oro; gli aiutanti del bandito incendiano poi la stanza e Carter muore, mentre Bill rimane intrappolato tra le fiamme. Suor Evangelina riesce a salvare il bambino, morendo poi lei stessa per le ustioni causate dal fuoco.

Imparata la corruzione di LeClerq, i cittadini si ribellano e il colpevole si uccide per non farsi prendere; sua moglie rivela dove Smith sta scappando, cosicché Scott e Kurt inseguono il bandito, aiutati dalle giubbe rosse, da altri uomini del villaggio e da Zanna Bianca, ormai guarito. Dopo una sparatoria, Smith riesce a fermare gli inseguitori lasciando i cadaveri dei suoi scagnozzi appostati come in agguato, ma il trucco non inganna Zanna Bianca, che lo attacca. Smith cerca di sparargli, ma i suoi spari mancano l’animale, colpiscono la cima di una montagna innevata e provocano una valanga, che travolge il bandito. Smith muore, sotterrato dalla neve. Anche John Tarwater muore, però prima prega Scott di intestare a suo nipote la miniera scoperta da Carter. Il corrotto Harvey, però, propone che il padrone della miniera sia il vincitore di una gara di slitte, a cui partecipa anch’esso.

Durante la gara Harvey usa ogni mezzo per vincere, dando frustate ai guidatori avversari, disarcionandoli, e ai loro cani, finché Zanna Bianca afferra la sua frusta: ne nasce una specie di tiro alla fune in cui Harvey, caduto quando il cane molla la frusta tirata dalle mani dell’uomo, viene disarcionato, investito e ucciso da un’altra slitta. Scott vince la gara e fa intestare la miniera a Bill. Mentre Kurt diventa il nuovo capo della polizia, non permettendo più razzie, Scott sta per ripartire verso casa; Zanna Bianca, indeciso tra il seguirlo o restare con Bill, sceglie infine il bambino, adottato da Kurt e da sua moglie, la sorella di Liverpool, che decidono lo stesso di andare con Zanna Bianca a trovare Scott, qualche volta.

Regia di Lucio Fulci

Con Franco Nero, Virna Lisi e John Steiner

Fonte: WIKIPEDIA

Redazione
La-Notizia.net (www.la-notizia.net) nasce il 27 marzo 2017 con la registrazione presso l'Ufficio delle Entrate di San Benedetto del Tronto della Associazione Culturale “LA NUOVA ITALIA” peraltro già attiva dal 2007 nel settore della promozione di convegni ed iniziative letterarie ed artistiche volte a tutelare i valori culturali e nazionali della tradizione e della innovazione Italiana nell'ambito delle attività creative e divulgative. Dopo un decennio di attività la assemblea dei soci ha deciso di registrare a fini legali e fiscali la propria Associazione per poter intraprendere la attività editoriale di un quotidiano on-line innovativo e futuristico in ambito locale, nazionale ed internazionale denominato La-Notizia.net individuando il Direttore della testata nella propria socia fondatrice dr.ssa Lucia Mosca riconoscendone le importanti qualità professionali e culturali. A seguito dell'avvenuta ufficializzazione e della attribuzione di partita IVA alla nostra Associazione presso la sede storica situata a San Benedetto in via Roma, 18 si è proceduto alla prescritta registrazione della testata presso il tribunale di Ascoli Piceno perfezionata con numero 534 del 9 maggio 2017 consentendoci in tal modo di trasformare il blog già operativo da qualche mese in giornale quotidiano on-line a tutti gli effetti. Nei 13 mesi trascorsi da allora il giornale ha già totalizzato oltre un milione di visualizzazioni ed è attualmente in progressiva e forte crescita giungendo a sfiorare nell mese di maggio le 150 mila visualizzazioni mensili. Tale importante crescita deriva dalla volontà del direttore Lucia Mosca di creare un organo di informazione indipendente e che sappia coprire l'informazione locale, nazionale ed internazionale con professionalità ed onestà intellettuale, dando voce a tutti i liberi cittadini a tutela della libertà di espressione tutelata dall'art. 21 della nostra Costituzione. Una voce libera ed autorevole guidata da Lucia Mosca che, dopo aver avviato la propria attività giornalistica nel 1993 con Il Messaggero di Macerata ed aver proseguito negli anni con Il Messaggero Ancona (e cronaca nazionale), Il Messaggero San Benedetto del Tronto ed Ascoli Piceno, Ancona e nazionale, Il Resto del Carlino Marche, Ascoli Piceno e Ancona, La Stampa di Torino per la cronaca nazionale, ha deciso di dare vita ad un organo di informazione che potesse dare piena espressione all'esperienza acquisita. La-Notizia.net dà voce a tutti, a prescindere dal colore politico e dalla appartenenza etnica, culturale e religiosa, purché si mantengano i criteri del rispetto della libertà e della dignità altrui, dell'oggettività e della rilevanza di una cronaca che sia effettivamente a favore di una utilità sociale di cui mai come ora c'è concretamente bisogno. Si tratta di un quotidiano nazionale con edizioni locali per Marche ed Abruzzo. Per ora solo on line, presto su cartaceo e dotato di web tv. Il direttore è particolarmente sensibile alla valorizzazione del territorio, della attività che stanno faticosamente cercando di uscire dal periodo di crisi. Ha inoltre un occhio particolarmente attento per ciò che concerne il mondo dell'arte in tutte le sue sfaccettature. https://www.facebook.com/La-notizianet-340973112939735/ https://twitter.com/LuciaMosca1 e-mail: info@la-notizia.net Tel. +39 346 366 1180

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *