martedì, Ottobre 19, 2021
Home > Abruzzo > Sviluppo economico: Febbo convoca il tavolo per il 30 luglio e replica alle forze di opposizione

Sviluppo economico: Febbo convoca il tavolo per il 30 luglio e replica alle forze di opposizione

mauro febbo

Pescara – “L’appello di imprese e organizzazioni sindacali è stato raccolto, ho convocato uno specifico tavolo per giovedì 30 luglio, al fine di  confrontarci sulle ulteriori iniziative da intraprendere per la ripartenza dell’economia e lo sviluppo dell’Abruzzo dopo l’emergenza Covid”. Lo comunica l’assessore alle Attività Produttive Mauro Febbo, che aggiunge: “Se da una parte il Presidente Marsilio e la Giunta regionale sono sempre pronti ad accogliere le proposte del mondo produttivo, dall’altra rispediamo al mittente le demagogiche, le infondate e pretestuose polemiche, sollevate dall’opposizione. Ricordo come in tempi celerissimi si è provveduto a un primo intervento teso a bloccare scadenze e pagamenti oltre agli interventi urgentissimi a sostegno delle famiglie con il Cura Abruzzo 1.

Successivamente, con il secondo provvedimento (legge regionale 10/2020)  abbiamo “integrato e accompagnato” una serie di interventi del Governo nazionale, giudicandoli lacunosi e non pienamente rispondenti alle esigenze delle imprese, con una manovra finanziaria senza precedenti nella storia cinquantennale  della Regione Abruzzo: 90 milioni di euro per 55/58.000 imprese e professionisti. Contestualmente si è lavorato con altri strumenti, come il bando della  3.1.1 che ha avuto un successo tanto straordinario quanto inatteso e che dovremo rifinanziare con cifre di decine di milioni.

È stato pubblicato nel frattempo anche il bando per la 3.5.1 e arrivano segnalazioni di una grandissima partecipazione di centinaia di start up. Mentre l’Autorità di Gestione, Emanuela Grimaldi, e il dipartimento di Programmazione hanno definito, con il Dipartimento Coesione, la riprogrammazione prevista negli artt. 271 e 272 del D.l. Rilancio dei fondi europei e di sviluppo e coesione, mettendo a disposizione risorse del POC che a giorni dovranno essere svincolate dal CIPE. Risorse che sicuramente ci permetteranno nuovi interventi, che peraltro saranno oggetto di discussione nel tavolo convocato per il 30, già conosciuti, come aiuti B&B, affitti per gli studenti universitari, bando 4.2.1 per l’efficientemente energetico cogenerazione, bonus vacanze, bonus bici, i lavoratori dello spettacolo ed i fotografi. Senza dimenticare il rifinanziamento dei bandi prima citati. Queste – conclude Febbo- sono risposte concrete con fondi veri come diventerà realtà anche il Cura Abruzzo 3 a cui stiamo già lavorando”. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net