martedì, Settembre 29, 2020
Home > Marche > Suolo consumato dal cemento: i numeri delle Marche

Suolo consumato dal cemento: i numeri delle Marche

E’ Fermo la località delle Marche dove si è consumato più suolo per costruire case o altro, nell’anno 2019. È il rapporto Ispraambiente a fornire i numeri della cementificazione dell’Italia suddivisa in regioni, province e comuni.

Nella tabella che segue è riportata la graduatoria dei comuni dove si è consumato più suolo a favore dell’edificazione in ha (ettari) e quella relativa ai comuni che nel 2019 risultano i più coperti dal cemento. In questo ultimo caso va considerato che spesso il territorio di questi comuni sulla costa è abbastanza ristretto rispetto alle località molto estese come quelle all’interno della regione. Qui al primo posto troviamo San Benedetto del Tronto.

Suolo consumato 2019haComuni con più suolo
consumato
%
Fermo17San Benedetto del Tronto.39,96
Fano14Porto San Giorgio36,71
Jesi12Gabicce Mare32,39
Osimo12Porto San’Elpidio28.25
Pesaro12Falconara Marittima25,88
Agugliano 8Castelbellino24,84
Camerano 8Civitanova Marche23,05
Polverigi 7Numana22,23
Falconara Marittima 6Grottammare21,27
Urbino 6Mondolfo20,76
Dati ISPRA SNPA

Per quanto riguarda la regione Marche, il suolo consumato è del 6,89% con 201 ha consumati nel 2019. In Italia il suolo cementificato è del 7,10%. Il rapporto ricorda  che “l’aumento del consumo di suolo non va di pari passo con la crescita demografica e in Italia cresce più il cemento che la popolazione: nel 2019 nascono 420 mila bambini e il suolo ormai sigillato avanza di altri 57 km2 (57 milioni di metri quadrati) al ritmo, confermato, di 2 metri quadrati al secondo. È come se ogni nuovo nato italiano portasse nella culla ben 135 mq di cemento”.

Roberto Guidotti

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Roberto Guidotti
Giornalista pubblicista iscritto all'Albo dei giornalisti delle Marche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *