sabato, Ottobre 24, 2020
Home > Italia > Covid, L’Eretico porta le denunce in Parlamento: “Strage e sequestri di Stato”

Covid, L’Eretico porta le denunce in Parlamento: “Strage e sequestri di Stato”

bonus

ROMA – L’Associazione L’Eretico, fondata dal virologo Giulio Tarro, dal magistrato Angelo Giorgianni e dal medico ricercatore Pasquale Mario Bacco, porterà in Parlamento le proprie tesi scientifiche e giuridiche. 

I fondatori sono relatori in Senato dell’incontro dell’Osservatorio permanente sulle libertà fondamentali, organizzato da Vittorio Sgarbi, in calendario lunedì 27 luglio nella sala Capitolare in Piazza della Minerva, 38, ore 10.30. All’iniziativa, dal titolo “Covid-19 in Italia tra informazione, scienza e diritti”, è prevista la partecipazione del segretario della Lega, Matteo Salvini.

Il giorno successivo, il 28 luglio, alle 10, l’Associazione parteciperà all’evento “Coronavirus: emergenza sanitaria o democratica?”, organizzato nella Sala stampa della Camera dei Deputati (Via della Missione, 4)  da Sara Cunial, parlamentare del Gruppo Misto.

Il 29, infine, nello stesso luogo, ma alle 14, sempre con l’onorevole Cunial, L’Eretico incontrerà la stampa insieme con Comicost, il Comitato per la difesa delle libertà costituzionali, con il quale sono state avviate battaglie legali comuni, in occasione dell’evento intitolato “Coronavirus e illegittimità dei provvedimenti: il ricorso di Comicost”.

L’Eretico farà sentire la propria voce sulla pandemia

“Un’occasione importante – spiegano i responsabili dell’Eretico – per far sentire la nostra voce libera sulla pandemia di coronavirus in Italia. Per noi dell’Eretico si è trattato di una strage di Stato e, supportati da prove scientifiche e validi ragionamenti giuridici, ribadiremo le nostre tesi in questi tre incontri istituzionali”.

“La nostra Associazione – continuano – nasce e resta apartitica. Non ci facciamo trascinare da nessuno. E, nella nostra totale indipendenza, partecipiamo con vivo interesse alle iniziative, anche partitiche, utili a smantellare il castello di criminali menzogne e complicità che hanno caratterizzato l’intera vicenda dell’emergenza Covid nel nostro Paese”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *