lunedì, Marzo 8, 2021
Home > Marche > Ricetta del giorno: Sarde a beccafico

Ricetta del giorno: Sarde a beccafico

beccafico

Ricetta del giorno: Sarde a beccafico

Nel 2001 sono andata in Sicilia con i miei genitori. Quando visitavamo Taormina, uno dei miei posti preferiti al mondo, andavamo a mangiare in un ristorante chiamato Granduca. Insieme alla splendida vista, il Granduca serve pizza e alcuni piatti siciliani. Mio padre si è molto emozionato quando ha visto le Sarde Beccafico nel menu. Gli ho chiesto cosa fossero e lui ha detto che era una specialità siciliana, sardine ripiene. Fu sorpreso quando gli dissi che adoro le sardine. Abbiamo ordinato e non sono rimasto delusa.

Quando sono tornata a Taormina nel 2005 con mio marito siamo andanti al Granduca per le Sarde a Beccafico. Dopo quel viaggio, mii ci sono voluti diversi anni per imparare ad eseguire la ricetta. Ma ne è valsa la pena. Eccola a voi

Le Sarde a Beccafico sono un piatto tradizionale siciliano a base di di sardine al burro ripiene di una miscela dolce e salata di pangrattato, pinoli, uvetta, acciughe, aglio e prezzemolo. Cotte al forno con un filo di olio d’oliva e una spruzzata di limone, sono davvero un assaggio di Sicilia.

ingredienti:

  • 16-20 sardine fresche, pulite
  • 1 tazza di pangrattato
  • 1/4 di tazza di ribes
  • 1/4 tazza di pinoli
  • 3 spicchi d’aglio, tritati
  • 1 cucchiaio di prezzemolo fresco tritato
  • 3-4 filetti di acciughe, tritati
  • 1/4 tazza di olio extravergine di oliva, più un extra per la pirofila
  • Sale e pepe a piacere
  • succo di 1 limone

Preparazione

Circa 30 minuti prima di preparare il ripieno mettere le sardine in acqua tiepida in ammollo. Preriscaldare il forno a 180 gradi. In una ciotola unire le briciole di pane, i pignoli, l’aglio, il prezzemolo, le acciughe e il sale e il pepe. Scolare i ribes e aggiungerli al composto insieme al 1/4 di tazza di olio d’oliva. Mescolare bene.
Oliare una teglia abbastanza grande da contenere comodamente le sardine ripiene. Spolverare un cucchiaino di ripieno su ogni sardina e arrotolare. Iniziare ad arrotolare dalla parte superiore del pesce fino alla coda. Disporre le sarde arrotolate nella pirofila. Quando tutte le sardine farcite saranno ben disposte nella teglia, dovresti ancora avere del ripieno. Cospargere gli avanzi di ripieno sulle sarde. Condire con olio extravergine d’oliva, spremere il succo di limone sopra le sarde e mettere il tutto nel forno. Cuocere per 20-25 minuti fino a quando le sarde non saranno cotte ed il ripieno sulla parte superiore non risulterà dorato.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *