domenica, Gennaio 23, 2022
Home > Marche > Omicidio Cianfrone: le indagini, la vita di un uomo, il dolore di una famiglia

Omicidio Cianfrone: le indagini, la vita di un uomo, il dolore di una famiglia

cianfrone

SPINETOLI – Omicidio Cianfrone: l’impianto accusatorio, confermano gli inquirenti, è più che solido. E non si sarebbero dubbi, da parte loro, circa la colpevolezza dei due indagati, marito e moglie, arrestati in relazione al delitto. Si tratta di Giuseppe Spagnulo e Francesca Angiulli.

Nessuna novità, al momento, per ciò che concerne la ricerca dell’arma del delitto. E si è in attesa della comunicazione da parte dei Ris di Roma circa l’esito dell’ esame dello stub sugli abiti e su altri oggetti di proprietà dei due coniugi.

Per quanto riguarda infine il movente, è ancora giallo. Di certo, secondo quanto ribadito dagli investigatori, alla base dello spietato omicidio ci sarebbe stato un forte sentimento di odio. Ma al momento non è chiaro da che cosa sarebbe stato motivato.

Il maresciallo dei carabinieri Antonio Cianfrone è stato freddato con tre colpi di pistola la mattina del 3 giugno scorso sulla pista ciclabile di Pagliare del Tronto. Immenso ed immutato il dolore della famiglia, che ci tiene a mettere in evidenza alcuni aspetti forse non adeguatamente sviscerati circa la sua personalità e la sua vita.

“La nostra famiglia – scrivono – è distrutta. Antonio è sempre stato una persona di cuore e molto riservata. La figlia ci ha raccontato che la settimana prima della tragedia hanno corso insieme su quella pista maledetta e che lui in due occasioni, nonostante fosse stremato dalla corsa, si fosse affaccendato a scendere in un dirupo per aiutare un pastore in difficoltà.

In più occasioni ha visto il padre andare incontro a persone anziane per aiutarle a portare la busta della spesa. Antonio era così…ed era così anche in famiglia. Tendeva sempre a evitare complicazioni, soprattutto amava vedere la pace. In privato ci contattano tantissime persone del posto che piangono la sua morte. Ricordano il suo sorriso, soprattutto la sua disponibilità. Nessuno merita una morte così, lui in particolare. Ha sofferto tanto per i fatti del 2015. Tantissimo veramente. Sembra veramente surreale quanto accaduto”.

LM

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net