lunedì, Settembre 21, 2020
Home > Anticipazioni TV > Il film consigliato stasera in TV: “Batman – Il ritorno” giovedì 13 agosto 2020

Il film consigliato stasera in TV: “Batman – Il ritorno” giovedì 13 agosto 2020

Batman-il-Ritorno

Il film consigliato stasera in TV: “Batman – Il ritorno” giovedì 13 agosto 2020 alle 21:20 su ITALIA 2 (Canale 66)

BatmanilritornoMichaelKeaton4k.png

Batman – Il ritorno (Batman Returns) è un film del 1992 diretto da Tim Burton con Michael Keaton, Michelle Pfeiffer, Christopher Walken e Danny DeVitosequel di Batman (1989) e seguito nel 1995 da Batman Forever diretto da Joel Schumacher.

Soggetto e sceneggiatura si basano sul personaggio creato da Bill Finger e Bob Kane. Ad interpretare Batman viene chiamato di nuovo Michael Keaton, mentre Danny DeVito è il PinguinoMichelle Pfeiffer è Catwoman e Christopher Walken è Max Shreck, terzo antagonista del film.

Batman – Il ritorno fu un successo sia commerciale che di critica, ma suscitò alcune controversie per i toni cupi. Il film ricevette alcune nomination agli Oscar, ai BAFTA, agli MTV Movie Awards e ai Saturn Award.

In un preambolo, ambientato nel periodo natalizio, vediamo gli aristocratici coniugi Tucker ed Ester Cobblepot che concepiscono il loro primogenito, che si rivela orribilmente deforme e violento. Temendo che i membri dell’alta società di Gotham City non approvino il loro mostruoso figlio, Tucker e Ester lo rinchiudono in una culla sigillata e lo gettano nelle acque di un fiume con la speranza che muoia a causa del gelo. Invece, lentamente, la corrente conduce il neonato in una comunità sotterranea di pinguini, ultimi superstiti della sezione antartica dello zoo cittadino abbandonato.

Trentatré anni dopo, mentre i giornali parlano con insistenza di un misterioso “uomo-pinguino” che vivrebbe nelle fogne, il magnate dell’industria di Gotham, l’avido e spietato Max Shreck, tenta di convincere il sindaco ad avviare la costruzione di una centrale elettrica, ma viene rifiutato. Poco dopo, durante la festa di inaugurazione dell’Albero di Natale municipale a cui partecipano le autorità cittadine, incluso Shreck, Gotham viene devastata dalle razzie della feroce banda del Triangolo Rosso, composta da individui armati che agiscono con costumi e metodi a tema circense.

Richiamato dal Batsegnale, il milionario Bruce Wayne si mette i panni di Batman e giunge in città dove respinge i mostri del Triangolo Rosso. Shreck, che cercava di allontanarsi dalla confusione generale, viene rapito dai criminali e si ritrova in una fogna sotto il vecchio zoo, dove incontra il loro leader, il fantomatico “Pinguino“. Questo, volendo essere accettato dalla società come un uomo normale e desideroso di scoprire le proprie origini, forma un’alleanza con Shreck, il quale accetta di aiutarlo purché il Pinguino non sveli alle autorità i suoi reati societari.

Nel frattempo, Selina Kyle, l’umiliata e impacciata segretaria personale di Shreck, scopre casualmente che la centrale elettrica, tanto voluta dal suo principale, in realtà sarà un accumulatore di energia che sottrarrà elettricità a Gotham City. Per mantenere il segreto, Shreck la getta da una finestra. Però, quando un branco di gatti randagi la circondano e cercano di mangiarla, Selina ritorna improvvisamente in vita. Tornata a casa, la donna subisce un forte attacco di isteria e si prepara un costume con cui assume l’identità di “Catwoman“.

Il giorno seguente, un membro del Triangolo Rosso rapisce il figlio neonato del sindaco di Gotham City durante un comizio e lo consegna segretamente al Pinguino, il quale restituisce il bambino inscenando un eroico salvataggio. Nonostante la reazione positiva generale nei confronti del Pinguino, Bruce nutre sospetti nei suoi confronti e così, dopo aver compiuto una ricerca nella Batcaverna, scopre che i criminali del Triangolo Rosso erano il personale di un circo caduto in disgrazia da anni e che uno dei loro freak, “L’incredibile bambino anfibio“, è scomparso nel nulla subito dopo la chiusura, intuendo che si tratti proprio del Pinguino. In seguito Bruce inizia a passare del tempo con Selina e insieme sviluppano una relazione amorosa.

Intanto, sotto l’attenzione dei mass media, il Pinguino si reca al cimitero per visitare la tomba dei genitori, che si rivelano essere proprio Tucker e Ester, morti da anni e senza avere avuto altri figli. Pinguino afferma quindi di chiamarsi Oswald Cobblepot, e di averli perdonati, benché lo abbiano abbandonato. Nonostante Oswald abbia compiuto ciò che desiderava, Shreck lo manipola convincendolo a candidarsi come nuovo sindaco di Gotham, con l’intenzione di avere appoggi politici per il compimento dei propri progetti. Così, per infangare la figura dell’attuale sindaco di Gotham, Oswald manda il Triangolo Rosso a seminare panico e distruzione per la metropoli.

Batman difende prontamente la città eliminando diversi terroristi circensi, e si scontra per la prima volta con Catwoman, la quale si era approfittata del trambusto per vandalizzare e far saltare in aria un negozio di articoli sportivi di Shreck. Tra i due nascerà un’attrazione tormentata parallelamente a quella che hanno nella loro vita comune. Il giorno seguente Oswald viene visitato da Catwoman, la quale, essendo stata sconfitta da Batman la sera precedente, gli propone di unire le forze per eliminare il cavaliere oscuro. I due criminali rapiscono e causano la morte della Principessa del Ghiaccio, una modella scelta per l’accensione dell’Albero di Natale municipale, nonché causare scompiglio con uno stormo di pipistrelli inferociti, incastrando Batman, che viene inseguito dalla polizia nonostante le obiezioni del Commissario Gordon. A peggiorare la situazione, Oswald avvia una folle corsa con la Batmobile tramite un comando a distanza. Nonostante Batman riesca a riprendere il controllo, la Batmobile causa molti danni.

Bruce, che aveva registrato Oswald mentre parlava male di Gotham durante la corsa della Batmobile, trasmette la registrazione dagli autoparlanti durante il discorso elettorale di Oswald, così facendo viene respinto dai furiosi cittadini. Oswald decide così di tornare ad essere il Pinguino rinnegando la propria umanità e ordina al Triangolo Rosso di rapire tutti i bambini primogeniti della città, con lo scopo di farli morire nelle fetide acque fognarie, ora inquinate dai rifiuti tossici raccolti dai depuratori di Shreck, il quale si lascia rapire al posto del figlio Chip.

In poche ore, però, Batman mette fuori combattimento il Triangolo Rosso, e salva i bambini rapiti. Il Pinguino allora decide di distruggere l’intera città armando i suoi pinguini con lanciarazzi telecomandati, ma Batman sfreccia nelle fogne a bordo del Batski, e con l’aiuto del maggiordomo Alfred, che agisce dalla Batcaverna, disturba le trasmissioni radio dei pinguini, dirottandoli verso lo zoo antartico anziché verso la Gotham Plaza. Lo zoo viene quindi distrutto dai razzi, insieme al covo del Pinguino, il quale si scontra furiosamente con Batman, che lo getta violentemente nelle acque contaminate della fogna, liberandogli addosso uno stormo di pipistrelli.

Sceso nel covo del Pinguino, Batman aggredisce Shreck ma viene raggiunto da Catwoman. Batman cerca di convincerla a rinunciare alla sua doppia vita per vivere insieme come Bruce e Selina ma lei lo respinge graffiandogli il volto, e affermando che pur volendo non potrebbe mai funzionare. Dopodiché per vendicarsi di tutte le umiliazioni subite, infila nella bocca di Shreck un taser, uccidendolo, e provocando una potente esplosione di tutte le apparecchiature elettriche. Batman si riprende e cerca Selina, ma trova soltanto lo scheletro carbonizzato di Shrec. Pinguino esce dall’acqua tossica e muore cercando di uccidere Batman con l’ombrello a mitraglia, poi i suoi pinguini lo trascinano nell’acqua fognaria.

Nel finale, Bruce raccoglie la gatta di Selina in un vicolo cieco, prima di tornare a casa in auto con Alfred. Mentre il triste milionario si allontana, il Batsegnale illumina il cielo, e Catwoman lo osserva dal tetto di un palazzo.

Regia di Tim Burton

Con: Michael Keaton, Michelle Pfeiffer, Christopher Walken e Danny DeVito

Fonte: WIKIPEDIA

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994 al 2015 ha collaborato regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero, Il Resto del Carlino, La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Nel 2009 è direttore del quotidiano teramano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Ora direttore della testata giornalistica on line la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com