mercoledì, Settembre 23, 2020
Home > Italia > Niente scuse per i furbetti del bonus

Niente scuse per i furbetti del bonus

bonus

di Biagio Maimone

Spuntano come funghi i nomi di coloro, soprattutto politici, che hanno richiesto il bonus di 600 euro, destinato alle Partite Iva in difficoltà a causa del coronavirus.

Furbetti, ma non solo. Tra di loro deputati, consiglieri regionali e comunali, sindaci – chi più ne ha più ne metta – tutte persone che, certo, non vivono in difficoltà economica

. La colpa è anche di chi ha concesso loro il bonus, in quanto avrebbe dovuto effettuare i dovuti controlli, vedi Inps o Agenzia delle Entrate. 

Ma basta un buon commercialista e qualche amico seduto sulla sedia giusta ed ecco che, negli Uffici Statali, si verifica che chi vede diventa cieco, chi è sano diventa malato e chi è ricco diventa povero. 

È poi ci sono quelli che vengono tartassati dall’Agenzia delle Entrate a cui non viene fatta nessuna proroga e nessuno sconto, costretti a pagare tutto, altrimenti ad essi vengono pignorati anche i lacci delle scarpe. 

E, allora, paghiamo, prima di trovarci senza più un soldo in banca per la discutibile politica dello Stato.

Una classe politica, la nostra, una parte, per fortuna, che dimostra di essere attaccata al potere e ai soldi, che si prende gioco dei cittadini che la votano, deridendoli ed umiliandoli, nonché raggirandoli anche di fronte a drammi epocali, come quello che stiamo vivendo.

E poi si mette in galera chi ruba un pezzo di formaggio al supermercato e si marchia a vita chi non paga due rate del mutuo. Accaparrarsi 600 “miseri” euro solo perché si ha un bravo commercialista che fa i giochi di prestigio e non riuscire a farli pervenire a chi ne ha davvero bisogno la dice lunga sulla serietà di un Paese, il nostro, che dimostra, ancora una volta, che, da Nord a Sud, l’onestà è solo una bella parola. 

Questi pochi soldi destinati a chi vive il dramma della miseria, sono soldi dei cittadini ed anche di chi è morto in rianimazione. Non esistono scuse per queste “persone” che, alla fine, tanto, verranno sicuramente giustificate, con l’utilizzo di strane logiche, anch’esse frutto di menti disoneste e, su di noi, poveri e modesti cittadini, si abbatterà la mano dura dell’Agenzia delle Entrate.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
La-Notizia.net (www.la-notizia.net) nasce il 27 marzo 2017 con la registrazione presso l'Ufficio delle Entrate di San Benedetto del Tronto della Associazione Culturale “LA NUOVA ITALIA” peraltro già attiva dal 2007 nel settore della promozione di convegni ed iniziative letterarie ed artistiche volte a tutelare i valori culturali e nazionali della tradizione e della innovazione Italiana nell'ambito delle attività creative e divulgative. Dopo un decennio di attività la assemblea dei soci ha deciso di registrare a fini legali e fiscali la propria Associazione per poter intraprendere la attività editoriale di un quotidiano on-line innovativo e futuristico in ambito locale, nazionale ed internazionale denominato La-Notizia.net individuando il Direttore della testata nella propria socia fondatrice dr.ssa Lucia Mosca riconoscendone le importanti qualità professionali e culturali. A seguito dell'avvenuta ufficializzazione e della attribuzione di partita IVA alla nostra Associazione presso la sede storica situata a San Benedetto in via Roma, 18 si è proceduto alla prescritta registrazione della testata presso il tribunale di Ascoli Piceno perfezionata con numero 534 del 9 maggio 2017 consentendoci in tal modo di trasformare il blog già operativo da qualche mese in giornale quotidiano on-line a tutti gli effetti. Nei 13 mesi trascorsi da allora il giornale ha già totalizzato oltre un milione di visualizzazioni ed è attualmente in progressiva e forte crescita giungendo a sfiorare nell mese di maggio le 150 mila visualizzazioni mensili. Tale importante crescita deriva dalla volontà del direttore Lucia Mosca di creare un organo di informazione indipendente e che sappia coprire l'informazione locale, nazionale ed internazionale con professionalità ed onestà intellettuale, dando voce a tutti i liberi cittadini a tutela della libertà di espressione tutelata dall'art. 21 della nostra Costituzione. Una voce libera ed autorevole guidata da Lucia Mosca che, dopo aver avviato la propria attività giornalistica nel 1993 con Il Messaggero di Macerata ed aver proseguito negli anni con Il Messaggero Ancona (e cronaca nazionale), Il Messaggero San Benedetto del Tronto ed Ascoli Piceno, Ancona e nazionale, Il Resto del Carlino Marche, Ascoli Piceno e Ancona, La Stampa di Torino per la cronaca nazionale, ha deciso di dare vita ad un organo di informazione che potesse dare piena espressione all'esperienza acquisita. La-Notizia.net dà voce a tutti, a prescindere dal colore politico e dalla appartenenza etnica, culturale e religiosa, purché si mantengano i criteri del rispetto della libertà e della dignità altrui, dell'oggettività e della rilevanza di una cronaca che sia effettivamente a favore di una utilità sociale di cui mai come ora c'è concretamente bisogno. Si tratta di un quotidiano nazionale con edizioni locali per Marche ed Abruzzo. Per ora solo on line, presto su cartaceo e dotato di web tv. Il direttore è particolarmente sensibile alla valorizzazione del territorio, della attività che stanno faticosamente cercando di uscire dal periodo di crisi. Ha inoltre un occhio particolarmente attento per ciò che concerne il mondo dell'arte in tutte le sue sfaccettature. https://www.facebook.com/La-notizianet-340973112939735/ https://twitter.com/LuciaMosca1 e-mail: info@la-notizia.net Tel. +39 346 366 1180

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *