sabato, Settembre 26, 2020
Home > Anticipazioni TV > Anticipazioni per il “Requiem” di Bhrams del 15 agosto alle 10.35 su RAI 5: dalla Filarmonica di Vienna

Anticipazioni per il “Requiem” di Bhrams del 15 agosto alle 10.35 su RAI 5: dalla Filarmonica di Vienna

requiem

Anticipazioni per il “Requiem” di Bhrams del 15 agosto alle 10.35 su RAI 5: con la direzione di Herbert von Karajan dalla Filarmonica di Vienna

Wiener Singverein - Wikipedia

Per la Grande Musica in TV oggi sabato 15 agosto alle 10.35 su RAI 5 va in onda  Brahms.

Un Requiem tedesco per soli, coro e orchestra, op. 45: si tratta di una delle più intense pagine di musica sacra composte da Johannes Brahms, proposto stavolta nella versione diretta dal maestro Herbert von Karajan nel 1985, alla guida della Filarmonica di Vienna, con solisti José van Dam e Kathleen Battle.
Il direttore Herbert von Karajan ha speso molta parte della sua carriera nell’esplorazione del lavoro di Johannes Brahms e in particolare del suo Requiem tedesco, di cui questa versione rappresenta la summa del suo studio sul compositore.

Ein deutsches Requiem (noto in Italia come Un Requiem tedesco) è un’opera sacra di Johannes Brahms. Completato nel 1868, è un lavoro sinfonico corale polifonico. Rese noto il compositore tedesco, allora trentacinquenne.

Non si tratta di un requiem in senso propriamente liturgico, e non ha una diretta relazione con le messe funebri in latino come quelle di Mozart o di Verdi. Si tratta infatti di un’opera concepita essenzialmente per le esecuzioni concertistiche. Questa funzione si rispecchia indirettamente nel testo, che è di forma abbastanza libera. Brahms stesso compose una sorta di collage testuale traendolo dalla Bibbia in tedesco nella versione di Martin Lutero. Il concetto di fondo portato avanti da Brahms è comunque di natura più filosofica che religiosa: le persone cui portare aiuto e consolazione non sono i morti, ma i vivi.[1] Il tono di pace e di consolazione, per altro, è chiaramente percepibile sin dalle prime battute della composizione e rimane tale anche nell’ultimo brano, il quale riecheggia il primo numero e porta a compimento, in maniera quasi ciclica, tutta l’opera.

La morte della madre, nel febbraio del 1865 (alla cui memoria il compositore ha dedicato l’opera[2]) diede la spinta decisiva per la composizione. Brahms compose sei movimenti entro la fine dell’estate 1866[3].

I primi tre movimenti furono eseguiti il 2 dicembre 1867 a Vienna sotto la direzione di Johann Herbeck e la prima suscitò reazioni contrastanti; la serie completa dei 6 movimenti ebbe la prima nella cattedrale di Brema, il Venerdì Santo, 10 aprile, del 1868: il successo che riscosse produsse una svolta decisiva nella carriera di Brahms[4].

Il brano per soprano solo e coro «Ihr habt nun Traurigkeit» fu aggiunto dal compositore in un secondo momento e l’opera fu finalmente eseguita nella sua attuale forma completa al Gewandhaus di Lipsia il 18 febbraio 1869.

Movimenti

  1. Coro – „Selig sind, die da Leid tragen“ (Moderatamente lento con espressione)
  2. Coro – „Denn alles Fleisch, es ist wie Gras“ (Allegro non troppo)
  3. Baritono solo e coro – „Herr, lehre doch mich“ (Andante moderato)
  4. Coro – „Wie lieblich sind deine Wohnungen“ (Moderatamente mosso)
  5. Soprano solo e coro – „Ihr habt nun Traurigkeit“
  6. Baritono solo e coro – „Denn wir haben hie keine bleibende Statt“ (Andante, vivace, allegro)
  7. Coro – „Selig sind die Toten“ (Solenne)
Redazione
La-Notizia.net (www.la-notizia.net) nasce il 27 marzo 2017 con la registrazione presso l'Ufficio delle Entrate di San Benedetto del Tronto della Associazione Culturale “LA NUOVA ITALIA” peraltro già attiva dal 2007 nel settore della promozione di convegni ed iniziative letterarie ed artistiche volte a tutelare i valori culturali e nazionali della tradizione e della innovazione Italiana nell'ambito delle attività creative e divulgative. Dopo un decennio di attività la assemblea dei soci ha deciso di registrare a fini legali e fiscali la propria Associazione per poter intraprendere la attività editoriale di un quotidiano on-line innovativo e futuristico in ambito locale, nazionale ed internazionale denominato La-Notizia.net individuando il Direttore della testata nella propria socia fondatrice dr.ssa Lucia Mosca riconoscendone le importanti qualità professionali e culturali. A seguito dell'avvenuta ufficializzazione e della attribuzione di partita IVA alla nostra Associazione presso la sede storica situata a San Benedetto in via Roma, 18 si è proceduto alla prescritta registrazione della testata presso il tribunale di Ascoli Piceno perfezionata con numero 534 del 9 maggio 2017 consentendoci in tal modo di trasformare il blog già operativo da qualche mese in giornale quotidiano on-line a tutti gli effetti. Nei 13 mesi trascorsi da allora il giornale ha già totalizzato oltre un milione di visualizzazioni ed è attualmente in progressiva e forte crescita giungendo a sfiorare nell mese di maggio le 150 mila visualizzazioni mensili. Tale importante crescita deriva dalla volontà del direttore Lucia Mosca di creare un organo di informazione indipendente e che sappia coprire l'informazione locale, nazionale ed internazionale con professionalità ed onestà intellettuale, dando voce a tutti i liberi cittadini a tutela della libertà di espressione tutelata dall'art. 21 della nostra Costituzione. Una voce libera ed autorevole guidata da Lucia Mosca che, dopo aver avviato la propria attività giornalistica nel 1993 con Il Messaggero di Macerata ed aver proseguito negli anni con Il Messaggero Ancona (e cronaca nazionale), Il Messaggero San Benedetto del Tronto ed Ascoli Piceno, Ancona e nazionale, Il Resto del Carlino Marche, Ascoli Piceno e Ancona, La Stampa di Torino per la cronaca nazionale, ha deciso di dare vita ad un organo di informazione che potesse dare piena espressione all'esperienza acquisita. La-Notizia.net dà voce a tutti, a prescindere dal colore politico e dalla appartenenza etnica, culturale e religiosa, purché si mantengano i criteri del rispetto della libertà e della dignità altrui, dell'oggettività e della rilevanza di una cronaca che sia effettivamente a favore di una utilità sociale di cui mai come ora c'è concretamente bisogno. Si tratta di un quotidiano nazionale con edizioni locali per Marche ed Abruzzo. Per ora solo on line, presto su cartaceo e dotato di web tv. Il direttore è particolarmente sensibile alla valorizzazione del territorio, della attività che stanno faticosamente cercando di uscire dal periodo di crisi. Ha inoltre un occhio particolarmente attento per ciò che concerne il mondo dell'arte in tutte le sue sfaccettature. https://www.facebook.com/La-notizianet-340973112939735/ https://twitter.com/LuciaMosca1 e-mail: info@la-notizia.net Tel. +39 346 366 1180

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *