mercoledì, Settembre 30, 2020
Home > Anticipazioni TV > Il film cult stamattina in TV: “Da qui all’eternità” domenica 16 agosto 2020

Il film cult stamattina in TV: “Da qui all’eternità” domenica 16 agosto 2020

film da qui all'eternità

Il film cult stamattina in TV: “Da qui all’eternità” domenica 16 agosto 2020 alle 9.20 su La 7

Burt Lancaster and Deborah Kerr in From Here to Eternity trailer.jpg

Da qui all’eternità (From Here to Eternity) è un film del 1953 diretto da Fred Zinnemann con Burt LancasterMontgomery Clift, Deborah KerrFrank SinatraDonna Reed, tratto dall’omonimo romanzo di James Jones del 1951 e vincitore di 8 Premi Oscar.

Oahu1941. Il soldato semplice Robert “Prew” Prewitt, un trombettista, viene trasferito dal Bugle Corps a Fort Shafter. Il capitano Dana Holmes sapendo della sua ex-carriera di pugile cerca di convincerlo a partecipare al torneo di boxe del reggimento promettendogli una promozione in caso di vittoria ma lui rifiuta per ragioni che preferisce tacere. Sperando così che il soldato ceda Holmes e il Sergente Milton Warden fanno il possibile per rendere difficile la vita a Prew che è sostenuto dal suo unico amico, Angelo Maggio.

Warden inizia una relazione con Karen, la trascurata moglie di Holmes. Il matrimonio è infelice e spesso entrambi hanno altre relazioni. Karen rivela a Warden di non poter avere più bambini dopo che il suo primo figlio era nato morto perché il marito, ubriaco, non l’aveva portata in ospedale. Nel frattempo Prew e Maggio vanno in un club privato dove il trombettista conosce la prostituta Lorene, della quale si innamora, venendo contraccambiato. A lei rivela il perché si rifiuta di salire di nuovo sul ring: durante un match aveva reso cieco il suo avversario. Intanto Maggio inizia a litigare con l’arrogante Sergente Judson arrivando quasi alle mani e quando il sergente fa un commento offensivo sulla sorella di Maggio i due rischiano di uccidersi a vicenda finché non interviene Warden.

Karen chiede a Warden di diventare ufficiale cosicché i due possano spostarsi. Warden accetta benché gli ufficiali non gli siano mai piaciuti e comincia a simpatizzare un po’ con Prew concedendogli una serata in libera uscita. Il soldato naturalmente ne approfitta per vedersi con Lorene che gli rivela di chiamarsi in realtà Alma Burke e che il nome Lorene è stato deciso dalla proprietaria del locale. Maggio irrompe nel bordello benché gli fosse stato assegnato il turno di guardia ma mentre Prew cerca di riportarlo alla base l’amico viene arrestato e condannato a sei mesi da scontare nel carcere militare il cui sergente è proprio Judson che ne approfitta per vendicarsi maltrattandolo. Nel frattempo Prew viene provocato da Ike Galovitch, un altro sergente che comincia a picchiarlo e alla fine Prew reagisce e lo stende. Holmes inizialmente lo accusa e sta anche per punirlo ma gli altri lo difendono accusando Galovitch che però non viene punito da Holmes. Il capitano sarà costretto a dimettersi per non aver fermato prima la lotta e per essere rimasto a guardare. Holmes deve quindi rientrare negli Stati Uniti costringendo la moglie a partire con lui. Warden non ha voluto chiedere di diventare ufficiale perciò lui e Karen sono costretti a dirsi addio, a malincuore.

Una sera Maggio riesce a fuggire dalla prigione ma è ferito gravemente per le violenze subite da Judson e muore fra le braccia di Prew davanti a Warden. Il soldato lo vendica accoltellando Judson ma durante la lotta viene ferito e si rifugia a casa di Alma che provvede a curarlo. Sebbene Prew sia assente ingiustificato già da tre giorni Warden decide di contarlo ugualmente “presente”. Il giorno dopo avviene l’attacco di Pearl Harbor da parte dei giapponesi e Prew, nonostante le disperate suppliche di Alma, sceglie di rientrare al campo durante la notte per combattere ma viene intravisto da una sentinella che purtroppo gli spara uccidendolo. Warden lo riconosce e mentre lamenta la sua testardaggine commenta ironicamente che il torneo di boxe è stato ormai annullato e lo loda dicendo che era un buon soldato, molto affezionato all’esercito.

Alla fine del film, sia Karen che Alma, senza conoscersi, sono sulla nave che le riporterà negli Stati Uniti. Karen lancia in acqua due ghirlande di fiori dicendo che se si avvicinano alla riva significa che loro torneranno indietro, altrimenti non ritorneranno mai. Alma replica che lei non ritornerà più poiché lì ha perso il suo fidanzato. Sentendo nominare Prewitt, Karen ricorda le sue conversazioni con Warden e capisce chi è Alma. Silenziosa e con lo sguardo perso verso l’orizzonte, Alma rigira fra le mani un pezzo della tromba di Prew mentre le ghirlande si allontanano dalla nave fra le onde del mare.

Regia di Fred Zinnemann

Con: Burt LancasterMontgomery Clift, Deborah KerrFrank SinatraDonna Reed

Fonte: WIKIPEDIA

Redazione
La-Notizia.net (www.la-notizia.net) nasce il 27 marzo 2017 con la registrazione presso l'Ufficio delle Entrate di San Benedetto del Tronto della Associazione Culturale “LA NUOVA ITALIA” peraltro già attiva dal 2007 nel settore della promozione di convegni ed iniziative letterarie ed artistiche volte a tutelare i valori culturali e nazionali della tradizione e della innovazione Italiana nell'ambito delle attività creative e divulgative. Dopo un decennio di attività la assemblea dei soci ha deciso di registrare a fini legali e fiscali la propria Associazione per poter intraprendere la attività editoriale di un quotidiano on-line innovativo e futuristico in ambito locale, nazionale ed internazionale denominato La-Notizia.net individuando il Direttore della testata nella propria socia fondatrice dr.ssa Lucia Mosca riconoscendone le importanti qualità professionali e culturali. A seguito dell'avvenuta ufficializzazione e della attribuzione di partita IVA alla nostra Associazione presso la sede storica situata a San Benedetto in via Roma, 18 si è proceduto alla prescritta registrazione della testata presso il tribunale di Ascoli Piceno perfezionata con numero 534 del 9 maggio 2017 consentendoci in tal modo di trasformare il blog già operativo da qualche mese in giornale quotidiano on-line a tutti gli effetti. Nei 13 mesi trascorsi da allora il giornale ha già totalizzato oltre un milione di visualizzazioni ed è attualmente in progressiva e forte crescita giungendo a sfiorare nell mese di maggio le 150 mila visualizzazioni mensili. Tale importante crescita deriva dalla volontà del direttore Lucia Mosca di creare un organo di informazione indipendente e che sappia coprire l'informazione locale, nazionale ed internazionale con professionalità ed onestà intellettuale, dando voce a tutti i liberi cittadini a tutela della libertà di espressione tutelata dall'art. 21 della nostra Costituzione. Una voce libera ed autorevole guidata da Lucia Mosca che, dopo aver avviato la propria attività giornalistica nel 1993 con Il Messaggero di Macerata ed aver proseguito negli anni con Il Messaggero Ancona (e cronaca nazionale), Il Messaggero San Benedetto del Tronto ed Ascoli Piceno, Ancona e nazionale, Il Resto del Carlino Marche, Ascoli Piceno e Ancona, La Stampa di Torino per la cronaca nazionale, ha deciso di dare vita ad un organo di informazione che potesse dare piena espressione all'esperienza acquisita. La-Notizia.net dà voce a tutti, a prescindere dal colore politico e dalla appartenenza etnica, culturale e religiosa, purché si mantengano i criteri del rispetto della libertà e della dignità altrui, dell'oggettività e della rilevanza di una cronaca che sia effettivamente a favore di una utilità sociale di cui mai come ora c'è concretamente bisogno. Si tratta di un quotidiano nazionale con edizioni locali per Marche ed Abruzzo. Per ora solo on line, presto su cartaceo e dotato di web tv. Il direttore è particolarmente sensibile alla valorizzazione del territorio, della attività che stanno faticosamente cercando di uscire dal periodo di crisi. Ha inoltre un occhio particolarmente attento per ciò che concerne il mondo dell'arte in tutte le sue sfaccettature. https://www.facebook.com/La-notizianet-340973112939735/ https://twitter.com/LuciaMosca1 e-mail: info@la-notizia.net Tel. +39 346 366 1180

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *