domenica, Novembre 28, 2021
Home > Marche > Pesaro, Arrigoni: “Vergognoso che il sindaco accusi le forze dell’ordine delle proprie (ir)responsabilità”

Pesaro, Arrigoni: “Vergognoso che il sindaco accusi le forze dell’ordine delle proprie (ir)responsabilità”

pesaro

PESARO – Riceviamo da Fabio Arrigoni, – Coordinamento provinciale FdI PU – e pubblichiamo: “Per fortuna i nostri ragazzi e le nostre ragazze in divisa e non, di tutte le nostre forze dell’ordine sono ragazzi e ragazze eccezionali, temprati, che non si lasciano abbattere da dichiarazioni vergognose, indecorose e indegne, proferite da chi inseguendo una carica di prestigio in parlamento, pare aver perso il lume della ragione. Grottesco e del tutto inverosimile organizzare eventi su eventi anche e soprattutto poche ore dopo l’uscita dei decreti d’emergenza causa covid, e poi scaricare il peso delle responsabilità su altri.

Del tutto incomprensibile il criterio in base alla quale alcuni eventi siano fatti passare per totalmente immuni a possibili contagi con assembramenti su assembramenti, mentre altri molto meno rischiosi vengono considerati estremamente pericolosi, perché non portano visibilità nei media.
Assurdo, vergognoso e assolutamente offensivo, accusare gli uomini e le donne delle forze dell’ordine, delle proprie (ir)responsabilità, di decisioni totalmente sconsiderate prese riguardo a feste e festini autorizzati dal primo cittadino, che persino un bimbo di sei anni avrebbe considerato ad alto rischio di assembramento.

La musica inevitabilmente aggrega, i luoghi dove c’è la musica, sono amati perché nascono con lo scopo di fare stare insieme le persone nel divertimento. Questo Ricci lo sa benissimo, ma è convinto di poter gestire tutto a proprio piacimento manipolando le situazioni a seconda di ciò che le porterebbe vantaggio.

Ricordo bene la passata estate quando chiedeva alle forze dell’ordine di non multare le auto parcheggiate pericolosamente sulla statale per non arrecare danni alle feste nei bagni sottomonte, nonostante le segnalazioni di pericolo degli utenti della strada, e di tutte le polemiche annesse e connesse. Ricordo bene la richiesta di chiudere un occhio sulla capienza degli spazi sovraffollati sulle spiagge in barba ad ogni normativa di sicurezza.

Lì in quel frangente era importante racattare il consenso, senza mettersi contro una fetta importante di elettorato operante nel turismo. Quella parte di elettorato che oggi in diversi casi ha violato le regole anti covid da lui stesso stabilite con un’infinità di ordinanze emanate senza essere mai state fatte rispettare per non inimicarsi il suo bacino elettorale.

Oggi siamo arrivati al peggio del peggio, dove la situazione è scappata di mano al Sindaco Ricci che non riuscendo più a reggere la pressione delle sue ingiustificabili scelte, non riesce più a gestirle. A leggere tali dichiarazioni di accusa, anche violenta per certi versi verso le forze dell’ordine, ci sarebbe solo da provare vergogna. Per quanto mi riguarda, oggi più di ieri e di sempre, sono vicino a tutti i nostri ragazzi e alle nostre ragazze in divisa esprimendo ancora una volta tutta la mia solidarietà e il mio sostegno a tutte le forze dell’ordine”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net