martedì, Settembre 29, 2020
Home > Anticipazioni TV > Anticipazioni per il Grande Teatro di Lillian Hellman in TV del 20 agosto alle 15.45 su RAI 5: “Piccole volpi” con Lydia Ferro e Giancarlo Sbragia

Anticipazioni per il Grande Teatro di Lillian Hellman in TV del 20 agosto alle 15.45 su RAI 5: “Piccole volpi” con Lydia Ferro e Giancarlo Sbragia

piccole volpi

Anticipazioni per il Grande Teatro di Lillian Hellman in TV del 20 agosto alle 15.45 su RAI 5: “Piccole volpi” con Lydia Ferro

(none)

“Dal cinema al teatro” con Rai5

Le “Piccole volpi” di Lillian Hellman, proposto nella versione scenica del 1965 diretta per la RAI da Vittorio Cottafavi e interpretata da Lydia Ferro nel ruolo che fu di Bette Davis nel film omonimo del 1941 firmato da William Wyler: è l’appuntamento che Rai Cultura propone giovedì 20 agosto alle 15.45 su Rai5 per il ciclo “Dal cinema al teatro”. Tra gli interpreti, oltre a Lydia Ferro, Enzo Cerusico, Mario Feliciani, Diana Torrieri, Giancarlo Sbragia, Aldo Rendine, Laura Efrikian, Roldano Lupo, Dorothy Fisher, Archie Savage.  
Ambientata nel profondo Sud degli Stati Uniti agli albori del Novecento, la commedia, rappresentata per la prima volta nel 1939 a Broadway, è incentrata sulle vicende di una ricchissima famiglia di proprietari terrieri: un uomo d’affari in precarie condizioni di salute e sua moglie, donna ambiziosa e senza scrupoli. Testimone impotente degli scontri fra i due coniugi è la figlia, una ragazza candida e ingenua che per la prima volta aprirà gli occhi sulla malvagità, le menzogne e i sotterfugi del ramo materno della propria famiglia, in cui le leggi dell’affetto sono soffocate da una feroce avidità.  

Le piccole volpi è un dramma teatrale di Lillian Hellman, rappresentato a Broadway nel 1939, interpretato da Tallulah Bankhead.

Produttore e regista della commedia fu Herman Shumlin. Lo spettacolo andò in scena il 15 febbraio 1939 al National Theatre di Broadway, chiudendo dopo 410 recite il 3 febbraio 1940.

Primavera 1900. La gelida Regina Hubbard, che appartiene a una famiglia di avidi e ipocriti imprenditori dell’Alabama, specula su un losco affare combinato con i fratelli, lascia morire il marito senza prestargli soccorso e si aliena l’amore dell’unica figlia.

La prima rappresentazione italiana – che era anche la prima europea – è stata il 5 dicembre 1941 al Teatro Carignano di Torino con la Compagnia delle Arti diretta da Anton Giulio Bragaglia, interpretata da Lola BracciniDino Di LucaAngelo Calabrese, Giovanni Dolfini, Ada Cannavò, Itala Martini, Anita Giarotti[1].

Redazione
La-Notizia.net (www.la-notizia.net) nasce il 27 marzo 2017 con la registrazione presso l'Ufficio delle Entrate di San Benedetto del Tronto della Associazione Culturale “LA NUOVA ITALIA” peraltro già attiva dal 2007 nel settore della promozione di convegni ed iniziative letterarie ed artistiche volte a tutelare i valori culturali e nazionali della tradizione e della innovazione Italiana nell'ambito delle attività creative e divulgative. Dopo un decennio di attività la assemblea dei soci ha deciso di registrare a fini legali e fiscali la propria Associazione per poter intraprendere la attività editoriale di un quotidiano on-line innovativo e futuristico in ambito locale, nazionale ed internazionale denominato La-Notizia.net individuando il Direttore della testata nella propria socia fondatrice dr.ssa Lucia Mosca riconoscendone le importanti qualità professionali e culturali. A seguito dell'avvenuta ufficializzazione e della attribuzione di partita IVA alla nostra Associazione presso la sede storica situata a San Benedetto in via Roma, 18 si è proceduto alla prescritta registrazione della testata presso il tribunale di Ascoli Piceno perfezionata con numero 534 del 9 maggio 2017 consentendoci in tal modo di trasformare il blog già operativo da qualche mese in giornale quotidiano on-line a tutti gli effetti. Nei 13 mesi trascorsi da allora il giornale ha già totalizzato oltre un milione di visualizzazioni ed è attualmente in progressiva e forte crescita giungendo a sfiorare nell mese di maggio le 150 mila visualizzazioni mensili. Tale importante crescita deriva dalla volontà del direttore Lucia Mosca di creare un organo di informazione indipendente e che sappia coprire l'informazione locale, nazionale ed internazionale con professionalità ed onestà intellettuale, dando voce a tutti i liberi cittadini a tutela della libertà di espressione tutelata dall'art. 21 della nostra Costituzione. Una voce libera ed autorevole guidata da Lucia Mosca che, dopo aver avviato la propria attività giornalistica nel 1993 con Il Messaggero di Macerata ed aver proseguito negli anni con Il Messaggero Ancona (e cronaca nazionale), Il Messaggero San Benedetto del Tronto ed Ascoli Piceno, Ancona e nazionale, Il Resto del Carlino Marche, Ascoli Piceno e Ancona, La Stampa di Torino per la cronaca nazionale, ha deciso di dare vita ad un organo di informazione che potesse dare piena espressione all'esperienza acquisita. La-Notizia.net dà voce a tutti, a prescindere dal colore politico e dalla appartenenza etnica, culturale e religiosa, purché si mantengano i criteri del rispetto della libertà e della dignità altrui, dell'oggettività e della rilevanza di una cronaca che sia effettivamente a favore di una utilità sociale di cui mai come ora c'è concretamente bisogno. Si tratta di un quotidiano nazionale con edizioni locali per Marche ed Abruzzo. Per ora solo on line, presto su cartaceo e dotato di web tv. Il direttore è particolarmente sensibile alla valorizzazione del territorio, della attività che stanno faticosamente cercando di uscire dal periodo di crisi. Ha inoltre un occhio particolarmente attento per ciò che concerne il mondo dell'arte in tutte le sue sfaccettature. https://www.facebook.com/La-notizianet-340973112939735/ https://twitter.com/LuciaMosca1 e-mail: info@la-notizia.net Tel. +39 346 366 1180

One thought on “Anticipazioni per il Grande Teatro di Lillian Hellman in TV del 20 agosto alle 15.45 su RAI 5: “Piccole volpi” con Lydia Ferro e Giancarlo Sbragia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *